Alla Valle dei Templi il ricordo di Borsellino e la sua scorta, Patronaggio: “Bisogna lavorare per la verità”

Alla Valle dei Templi il ricordo di Borsellino e la sua scorta, Patronaggio: “Bisogna lavorare per la verità”
Grandangolo Agrigento INTERNO

Fanno eco le parole del Sostituto Procuratore della Direzione Nazionale Antimafia Domenico Gozzo che afferma: “Un giorno di memoria, memoria che dobbiamo conservare, memoria dei nostri Eroi.

Abbiamo ricordato il giudice Falcone, e oggi ricordiamo il giudice Borsellino, senza dimenticare il Giudice Livatino, il giudice Saetta che sono stati uccisi dalla Mafia

“Quest’anno c’e una sete di verità e giustizia in più, dice il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio. (Grandangolo Agrigento)

Ne parlano anche altre testate

Accanto al presidente Mattarella seduti la figlia ed il genero. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è stato accolto da un lungo applauso dagli spettatori del teatro greco di Siracusa che hanno assistito alla tragedia Coefore Eumenidi. (Corriere TV)

A Muggia è stato commemorato il 29° anniversario della scomparsa dell’assistente Eddie Walter Cosina, deceduto a Palermo il 19 luglio 1992 nella strage di via D’Amelio, nella quale morirono il giudice Paolo Borsellino e altri agenti della scorta. (Il Friuli)

“Oggi ricorre l’anniversario della strage di via D’Amelio – ha affermato il consigliere regionale Tommaso Razzolini – Io ricordo Paolo Borsellino, eroe nazionale caduto nella lotta contro la criminalità organizzata (Qdpnews)

A Rende parte la riqualificazione della illuminazione pubblica

E non per mera polemica, bensì per immenso rispetto verso una figura, quella di Paolo Borsellino, che non merita certi atteggiamenti. E Paolo Borsellino ne fu degno erede (Il Primato Nazionale)

Anche quest’anno, in occasione del XXIX anniversario della Strage di Via D’Amelio i nomi di : Paolo Borsellino, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, gli agenti della sua scorta sono risuonati nel “Giardino della memoria” di via Morelli a Crotone. (wesud)

L’illuminazione della città risulta, oggi, non al passo con i tempi, in parte vandalizzata oltre che inquinante dal punto di vista luminoso”, ha dichiarato il sindaco Marcello Manna aggiungendo: “la parte moderna della città di Rende è caratterizzata da una maglia regolare di strade e assi attrezzati che disegnano il territorio con quartieri di alta residenzialità immersi nel verde, varie piazze e spazi di relazione”. (Corriere di Lamezia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr