Il Papa: "Grato a medici e infermieri morti per Covid, sono eroi"

Il Papa: Grato a medici e infermieri morti per Covid, sono eroi
l'Adige INTERNO

Papa Francesco rivolge "un pensiero speciale" ai medici, infermieri e operatori sanitari deceduti a causa della pandemia, "ricordando lo svolgimento generoso e a tratti eroico della loro professione vissuta come una missione".

Il messaggio del Papa è stato letto dall'arcivescovo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la Vita, a conclusione della cerimonia commemorativa promossa dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri. (l'Adige)

Ne parlano anche altre testate

Oltre 110mila, invece, gli operatori sanitari che, dall’inizio dell’epidemia, si sono contagiati. Plauso all’istituzione della ricorrenza è arrivato anche dalla Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche, Fnopi, che aveva esplicitamente richiesto l’estensione della Giornata a tutto il personale sanitario e sociosanitario (Il Fatto Quotidiano)

Daniele Celin ed Elisa Nava, ne sono la più recente dimostrazione” precisa Maria Cristina Berti, Dirigente Infermeristica Responsabile Area Emergenza e 118 Pubblicità. x. Giornata nazionale degli operatori sanitari, a Bologna le istituzioni regionali premiano il valore e la professionalità degli operatori della Centrale operativa del 118. (AssoCareNews.it)

Si sta celebrando anche all’Aquila la memoria di tutti gli operatori sanitari che si sono sacrificati nella battaglia contro il Covid 19. Agli iscritti è stato chiesto, nel rispetto delle norme anti Covid, un minuto di silenzio a inizio di ogni turno di lavoro per onorare la memoria di tutti gli operatori sanitari, non solo infermieri, e di tutti i cittadini deceduti per Covid. (Il Capoluogo)

FNOPI. Appello alle istituzioni: velocizzare la campagna vaccinale

È la linea, durissima, del presidente dell'Ordine degli infermieri. Restano solo i tre infermieri e i due operatori, che però adesso hanno dato la propria disponibilità a vaccinarsi». (Il Gazzettino)

Insieme, l’uno accanto all’altro, così come accade ogni giorno nel nostro sistema sanitario nazionale, a sostegno di una sempre più efficiente tutela della salute". “Gli iscritti al nostro ordine provinciale sono 3.300, mentre sono 13 mila in tutta la Sicilia – ricorda Macaluso. (PalermoToday)

L’impegno di chi lavora per la tutela della salute è quello di curare e assistere tutti, anche prevenendo per quanto più possibile l’avanzata del virus. Le professioni parlano chiaro: “Per sconfiggere il virus è necessario l’aiuto di tutti, abbiamo bisogno anche di voi” (InfermieristicaMente)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr