Analisi Tecnica: indice FTSE MIB del 15/09/2021, ore 15.50

Analisi Tecnica: indice FTSE MIB del 15/09/2021, ore 15.50
Altri dettagli:
MPS
Teleborsa ECONOMIA

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.

(Teleborsa) - Aggiornamento ore 15.50. Peggiora la performance del principale indice della Borsa di Milano, con un ribasso dello 0,73%, portandosi a 25.836.

Attesa per il resto della seduta un'estensione della fase ribassista con area di supporto vista a 25.726 e successiva a quota 25.615.

Resistenza a 26.003.

(A cura dell'Ufficio Studi Teleborsa)

(Teleborsa)

Su altre testate

Pochi i titoli in terreno negativo, quasi tutti appartenenti ai settori pharma e consumi. Positivo poi il settore bancario: Intesa +2%, Banco Bpm +1,52%, Bper +1,41%. (Milano Finanza)

Per il momento, continua a tenere al rialzo in chiusura giornaliera l’importante livello dei 26.000 punti. Se oggi, si assisterà ad una chiusura giornaliera superiore ai 26.015 si inizierà a confermare una possibile ripresa del rialzo. (Proiezioni di Borsa)

(Teleborsa) - Aggiornamento ore 15.50. Buona la performance del principale indice della Borsa di Milano, che si attesta a 25.924 con un aumento dello 0,93%. (A cura dell'Ufficio Studi Teleborsa) (Teleborsa)

Ftse Mib, i titoli migliori e peggiori di giornata

Tuttavia, analizzando il grafico a breve termine, si evidenzia un andamento meno intenso della linea ribassista che potrebbe favorire uno sviluppo positivo della curva verso l'area di resistenza individuata a quota 26.073. (Teleborsa)

De Longhi ha iniziato la giornata con una flessione dell’8,54% a 35,56 euro. De Longhi Industrial e Giuseppe de’ Longhi hanno completato il collocamento congiunto di 6.000.000 azioni De Longhi, pari a circa il 4% del capitale della società quotata al MidCap (SoldiOnline.it)

Sempre nell'ambito pharma, denaro su Diasorin (+2,49%), che precede di poco Ferrari (+1,82%) e Interpump (+1,27%). Tra i peggiori di giornata, in sofferenza il comparto bancario: Banco Bpm perde l'1,39%, Unicredit l'1,03%, Bper lo 0,55%. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr