Il malessere di Sinner, il campione spiega cosa è successo: «Colpa di un virus»

Il malessere di Sinner, il campione spiega cosa è successo: «Colpa di un virus»
Articolo Precedente

next
Articolo Successivo

next
Corriere TV SPORT

«Stanotte non mi sentivo molto bene e non ho riposato . Quando sono uscito dal campo mi girava la testa. È stato il momento più complicato ma non ho vomitato. Comunque non ho mai pensato al ritiro. Quando prendi un piccolo virus c'è poco fare».Cosi Sinner in conferenza stampa ha spiegato il malessere che lo ha colpito durante il match contro Medvedev a Wimbledon. «Tante piccole cose oggi hanno fatto la differenza. (Corriere TV)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Sinner torna a parlare dopo oltre un’ora dalla sconfitta contro Medvedev ai quarti di Wimbledon. In semifinale ci va il russo, sfiderà Alcaraz. All’italiano, numero uno al mondo, rimane la frustrazione per una partita che era nelle sue corde. (IlNapolista)

Jannik Sinner, condizionato da problemi fisici non chiari, è uscito di scena ai quarti di finale dal singolare maschile di Wimbledon, terza prova stagionale del Slam in scena sui campi in erba dell’All England Club di Londra. (Giornale di Sicilia)

Una parziale giustificazione al ko odierno, con il numero 1 al mondo che non è apparso brillante come lo si era visto nelle altre partite. Una sconfitta dolorosa per Jannik Sinner ai quarti di finale di Wimbledon (OA Sport)

Sinner esce a testa alta da Wimbledon: ‘Ho lottato nonostante i problemi, il livello c’è'” (audio conferenza stampa integrale e sintesi video della partita)

Il suo torneo finisce con una analisi, lucida e onesta della sfida di quarti di finale con Daniil Medvedev: “E’ stata durissima – spiega, prima in lingua inglese e poi ai cronisti italiani – , lui ha giocato meglio nei momenti importanti nel terzo set, quello credo sia stato il set più importante. (Agenzia askanews)

Delitto e castigo, sarebbe stato un po’ troppo: «Ho dormito poco, non mi sentivo benissimo, ho avuto troppi alti e bassi di energia. Un set per parte, il primo conquistato da Jannik Sinner al tie break con la generosa collaborazione del rivale (9-7 da 1-3, cancellando un set point) e il secondo sbranato da Daniil Medvedev con una difesa granitica (6-4). (Corriere della Sera)

JANNIK SINNER: Sì, è stata dura. Lui ha giocato meglio nei momenti importanti nel terzo set. Il terzo set è stato molto importante. Il quinto poteva andare in entrambi i modi. Alla fine, l’ha vinto lui. (LiveTennis.it)