Immigrazione, Draghi: "Problema geopolitico ma anche umanitario"

Immigrazione, Draghi: Problema geopolitico ma anche umanitario
AGI - Agenzia Giornalistica Italia INTERNO

Il problema dell'immigrazione non nasce solo sulle coste libiche ma si sviluppa anche sui confini meridionali della Libia e l'Unione Europea è stata investita del compito di aiutare il governo libico anche in quella sede".

Il problema non è solo geopolitico, è anche umanitario.

Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel corso della conferenza stampa dopo l'incontro a Tripoli, con il primo ministro del Governo di unità nazionale libico Abdul Dabaiba

Vista - "Anche in campo migratorio è stato chiaro che noi esprimiamo soddisfazione per quel che la Libia fa, per i salvataggi, e nello stesso tempo aiutiamo e assistiamo la Libia. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

La notizia riportata su altri giornali

Ma qualcuno, a sinistra e non solo, che non vuole continuare a ignorare l’orrore dei centri di detenzione c’è. “Il momento è unico per ricostruire quella che è stata un’antica amicizia”, ha ribattuto Draghi. (LA NOTIZIA)

Se migranti e rifugiati vengono riportati in Libia - ricorda Medici senza frontiere - si tratta di una condanna alla violenza e alla brutalità nei centri di detenzione. A fronte dei rari «corridoi umanitari», molti osservatori invocano un deciso cambio di rotta, specie nella gestione dei centri di detenzione (Avvenire)

Insomma il ritorno dell’Italia in Libia si delinea come una sfida estremamente complessa. Proprio per questo all’Italia di Mario Draghi è stato richiesto di riprendere il suo tradizionale ruolo in una ex-colonia di cui gli americani faticano da sempre a comprendere dinamiche e complessità. (Sputnik Italia)

Draghi inizia a rafforzare i rapporti con la Libia, le proteste in tutta Italia per le riaperture e le altre notizie della giornata

Draghi può giocare in Libia una partita nuova. Draghi: “si vuole fare di questa partnership una guida per il futuro nella piena sovranità della Libia”. (Il Sussidiario.net)

Grave che Draghi abbia ignorato le violenze e le torture, subite dai migranti nei campi di detenzione, denunciate dall'Onu» Che la sinistra avesse una posizione pro accoglienza era ormai chiaro a tutti, ma che arrivasse addirittura a strigliare il premier in pochi se lo aspettavano. (ilGiornale.it)

domiciliare (-14.949). Il racconto della giornata di martedì 6 aprile 2021 con le notizie principali del giornale radio delle 19.30. (Radio Popolare)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr