No della Nato a Mosca: "Nessuna garanzia legale sul non allargamento a Est"

Euronews Italiano ESTERI

Da una parte Mosca vuole garanzie di sicurezza e chiede alla Nato di interrompere qualsiasi espansione verso est, chiede inoltre che Ucraina e Georgia non entrino a fare parte dell’Alleanza

"La riunione odierna del Consiglio Nato-Russia è in corso.

"Nel corso del Consiglio Nato-Russia sono emerse differenze significative tra Mosca e gli alleati della Nato, non facili da superare.

Lo ha scritto su Twitter la vice segretaria di Stato Usa Wendy Sherman. (Euronews Italiano)

Su altre testate

Fu una libera scelta", ha affermato Grushko, riferendosi alla crisi dei Caraibi. Il diplomatico ha poi evidenziato che Mosca si riservadi affrontare in ogni modo le minacce dirette degli Stati membri della NATO. (L'AntiDiplomatico)

Nel corso dell'incontro "sono emerse differenze significative tra Mosca e gli alleati della Nato, non facili da superare. L'allargamento della Nato non è e non è stato un processo aggressivo, è una strategia-chiave per avanzare la democrazia (AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency)

Stati Uniti e alleati non possono accettare un salto indietro nel tempo, all’epoca delle “sfere di influenza”, e così minacciano nuove massicce sanzioni economiche in caso di mancata de-escalation. Ma tra gli Stati membri si conferma quell’ambiguità di posizioni su Mosca che inevitabilmente mina l’ambizione di “parlare con una voce sola” (ISPI)

Secondo l’ANSA:. BRUXELLES, 12 GEN – La Nato ha di fatto respinto la richiesta di Mosca di avere “garanzie legali” per un freno all’allargamento dell’Alleanza a possibili nuovi membri. La Nato però è aperta al dialogo “sul controllo degli armamenti, limitazioni ai missili, la politica nucleare, la cyber-security” (Come Don Chisciotte)

568, dollari 35) Eppure, il colloquio con Baker fu probabilmente decisivo per convincere un Gorbaciov già vacillante. Pochi studiosi hanno analizzato la fine della guerra fredda con più accuratezza e rigore di Mary E. (Corriere della Sera)

La Nato sarà al fianco dell'Ucraina se la Russia la attaccherà. Diamo il nostro supporto - in particolare Usa, Regno Unito e Turchia - nella fornitura di attrezzature e nell'addestramento”. (9 colonne)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr