Milano, prime condanne per le proteste No Green pass di inizio ottobre: 8 e 6 mesi a due manifestanti

Più informazioni:
Open INTERNO

Sempre nella giornata di oggi un altro giovane fermato lo scorso 2 ottobre, e poi finito ai domiciliari, ha patteggiato una condanna a 6 mesi di reclusione.

È stato condannato a 8 mesi, con pena sospesa, un giovane di 26 anni fermato durante la manifestazione No Green pass dello scorso 2 ottobre a Milano.

La decisione della giudice di Milano, Maria Teresa Guadagnino, è arrivata al termine del processo che si è svolto con rito abbreviato. (Open)

Ne parlano anche altre testate

Un altro manifestante di 25 anni, anche lui incensurato, è stato invece arrestato dopo il corteo non autorizzato di sabato 8 ottobre. Un maggiore allarme suscitano invece le manifestazioni già autoconvocate per sabato 16 ottobre e per il successivo sabato 23 ottobre (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

Milano, No Green Pass del sabato tra gli autoconvocati social anche studenti e anarchici di Massimo Pisa. La manifestazione di sabato (agf). C’è già aria di tredicesimo corteo ma anche di un anticipo a venerdì. (La Repubblica)

Sei persone rispondono degli stessi reati, ma anche di istigazione a disobbedire alle leggi e manifestazione non preavvisata. Secondo quanto si apprende da fonti qualificate citate dall’Adnkronos decine di manifestanti denunciati sono riconducibili la mondo anarchico. (Imola Oggi)

Cortei «No green pass» a Milano, prime condanne: 8 e 6 mesi ai fermati del 2 ottobre

Ben 48 persone, di cui quasi la metà espressione di gruppi d'area, sono state deferite all'autorità giudiziaria per interruzione di servizio pubblico e violenza privata. No Green Pass a Milano, un arresto e 57 denunce per la manifestazione di ieri, che ha visto la partecipazione di 5mila persone", ma che non era autorizzata. (Adnkronos)

Oggi a Roma si terrà il comitato nazionale per l’Ordine e la sicurezza pubblica mentre domani a Milano quello provinciale. "Non c’è solo l’estrema destra in questo magma che sfila sotto il simbolo dei no vax – ha continuato Nobili – (IL GIORNO)

Un altro giovane, arrestato lo scorso 2 ottobre e poi finito ai domiciliari, ha patteggiato una condanna a 6 mesi di reclusione. Il giovane, incensurato, che si trovava in carcere per via della misura cautelare perché non aveva una residenza fissa, è stato liberato. (Corriere Milano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr