Omicidio in Alto Adige. Seduti insieme sulla panchina, lui tira fuori il coltello e la pugnala al cuore

Omicidio in Alto Adige. Seduti insieme sulla panchina, lui tira fuori il coltello e la pugnala al cuore
ilgazzettino.it INTERNO

Omicidio domenica 18 luglio in una Rsa in Alto Adige.

La vittima aveva ricevuto la visita e i due si erano seduti su una panchina del parco, quando l'uomo avrebbe estratto dalla tasca un coltello di cucina, colpendo la donna al cuore.

Nel frattempo alcuni collaboratori della struttura hanno bloccato l'anziano aggressore, che comunque non ha opposto resistenza, fino all'arrivo dei carabinieri

La donna è stata uccisa durante l'orario di visita con una coltellata al cuore. (ilgazzettino.it)

La notizia riportata su altre testate

L'ospite della Rsa a Lana, Alto Adige, uccisa ieri (domenica 18 luglio) durante l'orario di visita con una coltellata al cuore si chiamava Maria Waschgler e aveva 78 anni. Accusato del delitto, è stato arrestato il suo compagno, Karl Engelmayr, 87 anni. (Alto Adige)

Sul posto anche i carabinieri, che devono ricostruire la dinamica dell'incidente Bolzano, 20 luglio 2021 - Tragedia a Lagundo, in Alto Adige. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Sul posto sono giunti alcuni infermieri e il medico d’urgena che hanno inutilmente tentato di salvare la vita della donna. Omicidio in una rsa in Alto Adige. I fatti sono avvenuti nella casa di riposo Lorenzerhof di Lana. (Yahoo Notizie)

Covid, in Alto Adige il virus cresce: 39 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

L’87enne, che è stato subito fermato da alcuni collaboratori della struttura, non ha opposto resistenza Il delitto si è consumato nel tardo pomeriggio durante l'orario di visita nel giardino della casa di riposo Lorenzerhof. (Yahoo Notizie)

Inutile l'intervento dei soccorritori. La disgrazia si è verificata nel tardo pomeriggio nei pressi del maso di famiglia. (Il Gazzettino)

ontinua a crescere, dopo la pausa del fine settimana, il numero dei casi Covid in Alto Adige. Cala invece da 9 a 7 il numero dei pazienti nei normali reparti ospedalieri e la terapia intensiva resta vuota. (Il Gazzettino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr