EA hackerata: rubati 780 GB di dati, tra cui sorgente di FIFA 21 e Frostbite EngineHDblog.it

EA hackerata: rubati 780 GB di dati, tra cui sorgente di FIFA 21 e Frostbite EngineHDblog.it
Più informazioni:
HelpMeTech SCIENZA E TECNOLOGIA

EA dice che la privacy dei giocatori non è stata compromessa.Read More. Advertisements Loading. .dvertisements

dvertisements. . . . L’archivio di dati è già in vendita sul Dark Web.

(HelpMeTech)

Su altre testate

In ogni caso chi ha trafugato il materiale non sembra intenzionato a creare direttamente problemi a Electronic Arts Electronic Arts era attesa a questo E3 per svelare nuovi dettagli su Battlefield e Fifa, i suoi titoli di punta; tuttavia per ora è alla ribalta per un attacco hacker. (Pokémon Millennium)

In un comunucato EA precisa: Stiamo indagando su un recente incidente di intrusione nella nostra rete in cui è stata rubata una quantità limitata di codice sorgente del gioco e strumenti correlati. Stiamo lavorando attivamente con le forze dell’ordine e altri esperti nell’ambito di questa indagine penale in corso (hackerjournal.it)

Gigante video gioco Arti elettroniche (lei) l’ho appena annunciato pirati Il codice sorgente e altri strumenti per alcuni dei suoi giochi sono stati rubati. Per quanto è noto, l’intrusione nella rete non ha nulla a che fare con un attacco prima ransomware o furto di informazioni (FUTURA MEMORIA)

Electronic Arts: presa d'assalto da un gruppo di hacker

Cybersecurity, gli hacker ridicolizzano EA. Cybersecurity, Electronic Arts hackerato. Nel pomeriggio di ieri una notizia preoccupante ha inquietato gli appassionati di videogame, il colosso dei videogiochi Electronic Arts è stato hackerato. (InvestireOggi.it)

Il Frostbite Engine è la tecnologia che alimenta la maggior parte dei principali giochi di EA, da Madden NFL a Battlefield 2042. Oltre al codice sorgente di FIFA 21 e Frostbite Engine, gli hacker hanno anche rubato i devkit EA e gli strumenti di sviluppo. (Player.it)

Le indagini sono rivolte ad un furto di un’indeterminata quantità di codici sorgente a seguito di una violazione delle rete interna della software house. La stessa sorte è toccata a Capcom nel mese di novembre 2020 e a CD Project RED lo scorso febbraio (Gamesvillage)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr