“Bella ciao come l'inno di Mameli”. La nuova priorità della sinistra - Redazione

“Bella ciao come l'inno di Mameli”. La nuova priorità della sinistra - Redazione
Nicola Porro INTERNO

Pd, M5s, Leu e Italia Viva hanno infatti depositato alla Camera una proposta di legge per promuovere Bella Ciao come “inno istituzionale” del 25 aprile, da eseguire dopo l’inno di Mameli nelle celebrazioni ufficiali della Festa della Liberazione.

Dopo Ius soli, voto ai sedicenni, tassa di successione e ddl Zan, arriva pure il riconoscimento come inno ufficiale di Bella Ciao.

Dimensioni testo Piccolo. (Nicola Porro)

La notizia riportata su altri giornali

È stata presentata negli scorsi giorni la proposta di legge per chiedere ufficialmente che “Bella ciao” «sia considerata inno della Resistenza e venga dunque eseguita ogni 25 aprile, dopo l’inno di Mameli, in tutte le cerimonie ufficiali per la Festa della Liberazione». (Il Sussidiario.net)

Lo scorso anno ci avevano provato Piero Fassino e altri del Pd ad imporre Bella ciao nelle scuole. Giorgio Bocca aveva giustamente dichiarato: «Nei venti mesi della guerra partigiana non ho mai sentito cantare Bella ciao, è stata un'invenzione del Festival di Spoleto» ben dopo la guerra. (ilGiornale.it)

“Fosse per me Bella Ciao sostituirebbe addirittura l’Inno di Mameli, intanto perché più bella; inoltre perché è veramente una canzone della Repubblica italiana nata dalla resistenza anti fascista; infine perché è un inno alla libertà, adottato in tutto il mondo e cantato in più lingue”. (Cremonaoggi)

"Non sono fascista ma non canterei mai 'Bella ciao'": una proposta di legge scatena l'ennesima polemica

La proposta di legge non è fraintendibile anche se limitata al giorno del 25 Aprile, festa della Liberazione: subito dopo l’Inno di Mameli, intonare anche Bella Ciao, riconoscendone così il “carattere istituzionale”. (ComoZero)

Vi prego, vi supplico e vi imploro, la mia testa sotto i vostri piedi onorevoli Fragomeli, Verini, Boldrini e Fiano, Stumpo, Anzaldi e Sarli, distogliete lo sguardo, obnubilate il pensiero e ritraete le vostre mani, manine, manone, da Bella ciao. (la Repubblica)

La canzone popolare 'Bella ciao' è da sempre associata al periodo della Resistenza e alla festa della Liberazione del 25 aprile. La canzone 'Bella ciao' è eseguita, dopo l'inno nazionale, in occasione delle cerimonie ufficiali per i festeggiamenti del 25 aprile, anniversario della Liberazione dal nazifascismo. (Tiscali.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr