Fioccano le disdette per AstraZeneca: il 30% di chi ne avrebbe diritto rinuncia. Nei frigo 7mila dosi in attesa di indicazioni

Fioccano le disdette per AstraZeneca: il 30% di chi ne avrebbe diritto rinuncia. Nei frigo 7mila dosi in attesa di indicazioni
Primonumero INTERNO

La paura è palpabile anche nell’utenza molisana, con il risultato che al momento ci sono oltre 7mila dosi di AstraZeneca nei frigoriferi delle farmacie, in attesa di indicazioni su come utilizzarle.

“Un trenta per cento circa – ci dicono dalla direzione regionale della Salute – ha rinunciato al vaccino Astrazeneca nelle scorse settimane, da quando sono cominciati i dubbi”.

Si sono presentate invece 80 persone e di queste una cinquantina ha deciso, dopo una meditazione non priva di ansia, di sottoporsi all’iniezione. (Primonumero)

Ne parlano anche altri giornali

La circolare risponde anche a uno dei tanti interrogativi sollevati dal cambio di rotta dell’Ema: chi ha ricevuto la prima dose, deve cambiare farmaco? E questo perché nelle fasce di età più avanzate si riscontra un «basso rischio di reazioni avverse di tipo tromboembolico a fronte della elevata mortalità da COVID-19». (Corriere della Sera)

Il ministero della Salute raccomanda l’uso preferenziale del vaccino AstraZeneca «nelle persone di età superiore ai 60 anni». La circolare è stata firmata nella notte dal direttore generale Gianni Rezza, e diramata a tutti gli organi competenti. (Giornale di Sicilia)

Vaccini, record di 510mila dosi in Francia: Macron esulta su Twitter

Lo ha detto il ministro francese della Salute, Olivier Véran, ai microfono di Rtl precisando che l’annuncio ufficiale sarà fatto oggi dall’Alta autorità sanitaria (l’Haute autorité de santé, Has). “È del tutto coerente affermare che sconsigliamo il vaccino AstraZeneca a persone di età inferiore a 55 anni, il che non è definitivo, è una misura precauzionale e non esclusiva, e se hai ricevuto una prima iniezione e hai meno di 55 anni anni, ti verrà offerto un altro vaccino 12 settimane dopo”, ha spiegato. (LaPresse)

“510.000 vaccinazioni oggi. Si continua ad accelerare!”, esulta su Twitter il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr