'Ndrangheta in Valle d'Aosta, 12 anni a Bruno Nirta, 4 anni all'avvocato Carlo Romeo

'Ndrangheta in Valle d'Aosta, 12 anni a Bruno Nirta, 4 anni all'avvocato Carlo Romeo
Gazzetta del Sud - Edizione Calabria SPORT

In base alle indagini era uno dei vertici della locale, insieme a Marco Fabrizio Di Donato, condannato a nove anni.

Al sanluchese Bruno Nirta (fratello di Giuseppe, ucciso in Spagna nel 2017), sono stati inflitti 12 anni, sette mesi e 20 giorni di carcere.

Pena confermata poi per l’avvocato penalista torinese Carlo Maria Romeo, originario di Bovalino: quattro anni e sei mesi di reclusione

La Corte d’Appello di Torino ha inflitto 15 condanne al termine di due processi nati dall’inchiesta Geenna sulle infiltrazioni della criminalità organizzata nella regione alpina. (Gazzetta del Sud - Edizione Calabria)

Ne parlano anche altri media

Condannato anche l'avvocato penalista torinese Carlo Maria Romeo (4 anni e 6 mesi). Quella più elevata, 12 anni e 7 mesi e 20 giorni, è stata inflitta a Bruno Nirta, considerato uno dei vertici della presunta locale. (Il Lametino)

Da Geenna è nata l’inchiesta Egomnia, chiusa nei mesi scorsi, su un presunto scambio elettorale politico-mafioso alle elezioni regionale valdostane del 2018 Secondo le indagini era uno dei vertici della locale, insieme a Marco Fabrizio Di Donato, condannato a nove anni. (Il Fatto Quotidiano)

Savt chiede dati più completi sull'andamento dei contagi in Valle d'Aosta. Il Syndicat propone di «diffondere i dati relativi all'evolversi dell'emergenza Covid-19, suddividendoli tra chi è stato vaccinato e chi no. (Aosta Oggi)

Infiltrazioni 'ndrangheta in Valle d'Aosta, inchiesta Geenna: 11 condanne in appello a Torino

Si è chiuso con la vittoria della terza tappa Fénis-Cogne da 149 km da parte di Georg Steinhauser il 57° Giro Ciclistico della Valle d’Aosta. La Tirol KTM Cycling Team vince il premio come miglior squadra. (AostaSera)

Anche per i giudici della Corte d’Appello di Torino, gli imputati (quelli che hanno scelto il rito abbreviato) del processo Geenna, sulle infiltrazioni mafiose in Valle d’Aosta, devono essere condannati. (Telemia)

I giudici hanno inoltre confermato le provvisionali di risarcimento nei confronti dell'associazione Libera (5.000 euro) e dei comuni di Saint-Pierre (10.000 euro) e Aosta (10.000 euro) da parte di Marco Fabrizio Di Donato, Bruno Nirta, Roberto Alex Di Donato e Francesco Mammoliti; alla Regione Valle d'Aosta (10.000 euro) da Bruno Nirta. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr