Il Papa incontra Orban e in un discorso demolisce la sua politica

Il Papa incontra Orban e in un discorso demolisce la sua politica
Per saperne di più:
neXt Quotidiano ESTERI

“La minaccia dell’antisemitismo – ha detto – che ancora serpeggia in Europa e altrove, è una miccia che va spenta”.

E impegnarci a promuovere insieme una educazione alla fraternità, così che i rigurgiti di odio che vogliono distruggerla non prevalgano”.

Non sono certamente frecciate rivolte direttamente al primo ministro ungherese e alla sua politica isolazionista, xenofoba e populista, ma sono parole che risuonano con un’eco diversa se pronunciate dopo un incontro istituzionale, proprio a Budapest (neXt Quotidiano)

Ne parlano anche altre fonti

Ma la Croce tanto radicata al terreno oltre a invitarci a radicarci bene, stende e innalza le sue braccia verso tutti. Il sentimento religiosi e’ la linfa di questa Nazione tanto attaccata alle sue radici. (TG-PRIMARADIO)

La visita apostolica, la 34esima del suo pontificato, si concluderà mercoledì Il viaggio di Papa Francesco a Budapest e in Slovacchia, breve incontro con Orban Visita lampo di appena sette ore in Ungheria, poi nel pomeriggio l'arrivo a Bratislava. (Rai News)

Occorre “impegnarci a promuovere insieme un’educazione alla fraternità, così che i rigurgiti di odio che vogliono distruggerla non prevalgano”, ha continuato il Papa. Papa Francesco riprende le visite all’estero dopo la pausa forzata per il Covid e ha intrapreso il suo 34esimo viaggio apostolico, con prima tappa a Budapest (La Voce di New York)

DIRE - Papa Francesco: “In Europa serpeggia ancora la minaccia dell'antisemitismo”

È stato un incontro bellissimo, dove il Santo Padre ha parlato ai suoi fratelli vescovi Intervista a mons. Tamás Tóth, segretario generale della Conferenza episcopale ungherese, al termine dalla visita di Papa Francesco a Budapest (Servizio Informazione Religiosa)

Così Papa Francesco nel suo discorso all'incontro ecumenico nel salone della Nunziatura apostolica di Bratislava. Poi la messa Messa conclusiva del 52/o Congresso eucaristico internazionale, nella quale papa Francesco si è rivolto agli oltre 100. (La Stampa)

“Ma il miglior modo per disinnescarla è lavorare in positivo insieme, è promuovere la fraternità”, aggiunge Lo dice il Papa a Budapest, incontrando il Consiglio ecumenico delle Chiese e alcune Comunità ebraiche dell’Ungheria. (fanoinforma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr