Peruzzi racconta Inzaghi: ‘Dalle partite a carte al confronto con Conte. Inter, Simone ha la mentalità vincente’

Calciomercato.com SPORT

La trasformazione più grande avviene in partita: è talmente teso che sarebbe capace di fare a botte

Ventidue anni tra quelli da giocatore e allenatore, dodici dei quali insieme ad.

Un giorno gli dissi che doveva prendere sempre delle decisioni, avere risposte sicure su tutto; senza il ‘poi vediamo’ “.- “Simone sa essere dolce ma anche autoritario.

In un’intervista al Corriere dello Sport, l’ex portiere e club manager della Lazio: “È tutta un’altra persona, mai avrei pensato che avesse potuto fare l’allenatore. (Calciomercato.com)

La notizia riportata su altri media

Angelo Peruzzi, ex portiere e preparatore della Lazio, ha vissuto 12 anni assieme a Simone Inzaghi e alla vigilia del big-match dell'Olimpico dice al Corriere dello sport. Questa Inter ha tutto per ripetersi, Conte o Simone non fa differenza" (Sportevai.it)

Parole poi anche sul suo rapporto con i giocatori: "Mai avrei pensato di vederlo attaccare al muro qualcuno nello spogliatoio, e invece è capitato. Credimi, è talmente teso e su di giri che sarebbe perfino capace di fare a botte" (TUTTO mercato WEB)

L'ex portiere, che ha lavorato anche con i biancocelesti, racconta Simone Inzaghi, che torna da avversario all'Olimpico. Inzaghi come Conte'" scrive il Corriere dello Sport in apertura quest'oggi proiettandosi sulla sfida tra Lazio e Inter in programma sabato. (TUTTO mercato WEB)

Pensavo che non avrebbe mai potuto fare l’allenatore, perché viva alla giornata. Simone è un tecnico di prim’ordine, che studia tutti i giorni e che è un vero e proprio decisionista. (Calcio News 24)

Credimi, è talmente teso e su di giri che sarebbe perfino capace di fare a botte” Inter, Peruzzi racconta Inzaghi: “In campo potrebbe anche fare a botte”. by Mattia Zucchiatti. Angelo Peruzzi - Foto Antonio Fraioli. (Sportface.it)

Un tecnico di prim’ordine, studia giorno dopo giorno, cura i dettagli, ed è un decisionista. Mai avrei pensato di vederlo attaccare al muro qualcuno nello spogliatoio, e invece è capitato. (Solo la Lazio)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr