Caso Grillo, la Procura modifica un capo di imputazione. Confermata la violenza sessuale di gruppo

Caso Grillo, la Procura modifica un capo di imputazione. Confermata la violenza sessuale di gruppo
Altri dettagli:
Open INTERNO

Questo episodio viene contestato solo a Lauria, Grillo e Capitta.

Nei giorni scorsi era emersa anche la notizia di una possibile accusa per revenge porn

Riformulato un capo di imputazione nel caso giudiziario che riguarda Ciro Grillo e i suoi amici Francesco Corsiglia, Edoardo Capitta e Vittorio Lauria, indagati per stupro di gruppo ai danni di Silvia, una ragazza di 19 anni.

Mentre Corsiglia, che ha preso le distanze dal comportamento dei suoi amici, non è coinvolto da questo capo d’accusa. (Open)

Su altre fonti

Tra i due nelle ultime settimane non sono mancati i dissidi: dal simbolo, che Conte avrebbe voluto cambiare, alla questione del 2X1000. Il Garante urla, arruffato più del solito, insinua sulla tempistica della denuncia della giovane, adombra complotti contro di lui. (ilGiornale.it)

E a proposito dell’universo grillino, fanno rumore le parole del presidente della Camera Roberto Fico, presidente della Commissione di vigilanza della Rai dal 2013 al 2018. L’esponente storico dei pentastellati ha ammesso in una intervista a Repubblica che le responsabilità riguardano tutti, anche il Movimento 5 Stelle. (Il Riformista)

Questo è il dramma che si sta consumando in questi giorni all'interno del Movimento 5 Stelle e per Antonellis è questo il nodo da sciogliere anche per Giuseppe Conte. Se i pentastastellati della prima ora dovessero farsi da parte senza il secondo mandato, per loro si aprirebbero immense possibilità per scalare la gerarchia sociale e andare a occupare i posti lasciati vacanti anche nel Palazzi (ilGiornale.it)

«Parole vergognose nei confronti della ragazza che ha denunciato lo stupro»

Concatenazione che, in base a se mi troverà o meno d'accordo, se mi sentirò o meno tradito, mi porterà a rivotare quel politico. Fedez è un artista, appunto, che dice delle cose che a volte possono essere condivisibili e altre meno. (Music Fanpage)

Grillo però se ne accorge solo ora. «Il fatto che Grillo nel suo video si mostri garantista potrebbe rappresentare un punto di svolta, dopo decenni di un populismo giudiziario sublimato con l'avvento al potere dei 5 Stelle» (ilGiornale.it)

Per ora Boccato ha replicato sempre su Facebook, chiedendo «scusa a tutte le donne» Penzo condanna, comunque, anche certi tipi di reazione che ci sono state contro la stessa Boccato: «La sua frase è grave, ma non si può rispondere alla violenza con violenza», spiega. (VeneziaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr