Tennis, fissata l'udienza per la cancellazione del visto di Novak Djokovic. Presiederà il giudice Kelly

Tennis, fissata l'udienza per la cancellazione del visto di Novak Djokovic. Presiederà il giudice Kelly
OA Sport SPORT

Il ministro dell’Immigrazione Alex Hawke ha usato il suo potere personale per annullare il visto di Novak Djokovic (seconda volta) in Australia e per il serbo quindi la scelta è stata quella di rispondere immediatamente alla decisione.

In tempi molto ristretti.

Di seguito il video Youtube per seguire la diretta dell’udienza:. IL VIDEO IN DIRETTA DELL’UDIENZA DEL CASO DJOKOVIC. Foto: LaPresse

Come riportato da fonti autorevoli e confermato dalla Corte del circuito federale, l’udienza per l’impugnazione legale di Djokovic si terrà alle 20:45 locali (le 10:45 italiane) di oggi. (OA Sport)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Il ministro dell'Immigrazione, Alex Hawke, ha usato il proprio potere per revocare il visto, "per motivi di salute e ordine pubblico, in quanto era nell’interesse della popolazione farlo". (Calciomercato.com)

Questa la spiegazione emessa in una nota ufficiale dal Ministro dell’Immigrazione australiano Alex Hawke in merito all’annullamento del visto al tennista serbo Novak Djokovic, icona no-vax e per questo non ritenuto idoneo a soggiornare in Australia. (FormulaPassion.it)

Che schifo”. Francesco Sessa. Novak Djokovic non è stato l’unico giocatore ad aver presentato un’esenzione medica per provare a giocare gli Australian Open. E mentre Djokovic ha presentato ricorso, Voracova ha dichiarato di non essere a conoscenza di questa possibilità. (La Gazzetta dello Sport)

Il Ministero dell’Interno spagnolo smentisce i rumors: "Nessuna indagine su Djokovic"

– Dopo le critiche di Stefanos Tsitsipas, un altro duro colpo per il serbo che ha annunciato che farà ricorso. L’Australia ora rischia di espellere Djokovic che di conseguenza non potrebbe disputare lo Slam dopo dieci giorni di polemiche. (Tuttogossipnews -)

Djokovic potrebbe essere nuovamente condotto al Park Hotel di Melbourne o in un'altra struttura che ospita persone entrate in Australia senza un visto regolare Il tennista, confinato al Park Hotel di Melbourne, in tribunale ha ottenuto un'ingiunzione dalla corte federale che lo ha autorizzato a rimanere in Australia. (Adnkronos)

Djokovic, secondo la documentazione ufficiale, ha sostenuto di non aver viaggiato nei 14 giorni che hanno preceduto la sua partenza. (Tennis World Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr