Vaccino Covid in azienda: a chi deve rivolgersi il lavoratore in caso di effetti collaterali?

Vaccino Covid in azienda: a chi deve rivolgersi il lavoratore in caso di effetti collaterali?
InvestireOggi.it ECONOMIA

Vaccinazione aziendale e seconda dose: a chi deve rivolgersi il lavoratore in caso di effetti collaterali?

Le persone che hanno manifestato una reazione grave alla prima dose, non devono sottoporsi alla seconda dose in ambito lavorativo.

Le persone che hanno invece manifestato disturbi lievi possono ricevere la seconda dose in ambito lavorativo.

E anche l’intervallo tra prima e seconda dose deve rispettare quanto previsto per lo specifico vaccino. (InvestireOggi.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

I tassi di segnalazione degli eventi gravi dei singoli vaccini sono 33 (Comirnaty), 22 (Moderna), 50 (Vaxzevria) ogni 100.000 dosi somministrate. La maggior parte delle segnalazioni gravi sono classificate come “altra condizione clinicamente rilevante”, ovvero hanno allertato il soggetto e/o il segnalatore senza determinare un intervento specifico in ambiente ospedaliero. (BergamoNews)

Vaccino Covid, il report di Aifa su tutti gli effetti collaterali e la loro frequenza

Le reazioni più frequenti Le segnalazioni totali di «eventi avversi» sono 510 ogni 100mila dosi somministrate. Tra le reazioni gravi per Pfizer e Moderna abbiamo: febbre alta, cefalea intensa, dolori muscolari/articolari e debolezza. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr