Friuli V.G. in zona gialla da lunedì, in arrivo i divieti per i no vax

Friuli V.G. in zona gialla da lunedì, in arrivo i divieti per i no vax
Il Sole 24 ORE INTERNO

Loading. Cosa succede in zona gialla. In base alle nuove norme in zona gialla (così come accade in zona bianca), è necessario il green pass “rafforzato” per accedere a cinema, teatri, concerti, impianti sportivi, ristoranti al chiuso, feste e discoteche.

Il green pass “base” (sempre come in zona bianca) è esteso ad alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva, mezzi del trasporto ferroviario regionale e del trasporto pubblico locale ossia metropolitane, autobus e tram. (Il Sole 24 ORE)

La notizia riportata su altre testate

Tra proposte curiose e invettive contro virologi e politici, in tanto, monta la rabbia dei No Green Pass, messi alle strette anche da operazioni delle forze dell’ordine, arresti e perquisizioni. A Bologna, infine, domani mattina ai Giardini Margherita ci sarà l’assemblea nazionale degli studenti No Pass (LaPresse)

Una misura che, se confermata, prevede l'obbligo di indossare la mascherina anche all'aperto, il limite di quattro commensali negli spazi interni di bar e ristoranti e la capienza non superiore al 50% per tutte le strutture che ospitano eventi culturali come cinema, teatro, concerti, ed eventi sportivi per i quali la capienza massima al chiuso sarà del 35%. (triestecafe.it)

Come confermano i dati di giornata, con automatico cambio di colore che verrà ufficializzato nel fine settimana dal ministero della Salute, la nostra regione si ritroverà in zona gialla e dunque sarà necessario indossare la mascherina anche all’aperto in funzione anti-contagio Dal 6 dicembre con il super Green pass ulteriori limiti per 142 mila non vaccinati. (Il Piccolo)

Coronavirus: la Basilicata è uno dei posti più sicuri d'Europa e con meno contagi! Ecco i dati

È il caso del Friuli Venezia Giulia, dove la zona gialla, a oggi, pare certa. Se fosse per i vaccinati ricoverati non rischieremmo minimamente la zona gialla" (Quotidiano.net)

Tampone solo al lavoro, ristoranti e bar vietati: le nuove restrizioni. Malgrado alcune regioni abbiano rischiato di entrare in zona gialla, per almeno un’altra settimana non dovrebbe cambiare molto. (Il Messaggero)

Nel resto d’Europa l’incidenza più alta dei contagi rispetto alla popolazione si registra nell’Europa centro orientale, nei paesi del Benelux in quelli baltici e in Irlanda, tutti in rosso scuro. La Basilicata è a rischio moderato, colorata in giallo, così come il resto del centro-sud Italia. (vulturenews.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr