I McDonald's in Russia potrebbero diventare 'Zio Vanja'

La Nuova Sardegna ECONOMIA

"Oltre il 90% dei fornitori sono russi, lavorano con loro e continueranno a farlo.

Lo ha detto una fonte della società all'agenzia russa Tass.

Già l'8 marzo il marchio di fast food Usa aveva annunciato la chiusura temporanea dei suoi 850 punti vendita in Russia, oggi invece la decisione di uscire completamente dal Paese.

- ROMA, 16 MAG - "McDonald's tornerà in Russia sotto un nuovo marchio a giugno, mantenendo la catena di ristoranti e il menu, così come i posti di lavoro". (La Nuova Sardegna)

Su altri media

McDonald's, con l'uscita dalla Russia, prevede di registrare un onere non monetario di circa 1,2-1,5 milioni di dollari per cancellare gli investimenti netti in Russia. McDonald's prevede oltre 1.300 nuovi ristoranti nel 2022. (Notizie - MSN Italia)

Il gruppo ha infatti annunciato di aver deciso di lasciare il mercato russo e di aver iniziato la vendita di tutte le sue attività russe.“Siamo estremamente orgogliosi dei nostri 62mila dipendenti che lavorano nei nostri ristoranti, così come delle centinaia di fornitori russi che sostengono in nostro business… La loro lealtà a McDonald’s rende l’annuncio di oggi estremamente difficile. (Agenzia askanews)

Il Gruppo Renault conferma in ogni caso le prospettive finanziarie annunciate il 23 marzo 2022 McDonald's diventa Zio Vanja. Anche McDonald's abbandona la Russia con la vendita completa delle sue attività a un acquirente locale inseguito all'invasione dell'Ucraina da parte di Mosca. (Avvenire)

La società con sede a Chicago aveva annunciato a marzo che avrebbe chiuso temporaneamente i suoi negozi in Russia, specificando che avrebbe continuato a pagare i suoi dipendenti. Il primo McDonald’s in Russia ha aperto nel mezzo di Mosca più di tre decenni fa, poco dopo la caduta del muro di Berlino, come simbolo degli allentamenti di tensione tra Washington e Mosca (Open)

Il Presente Calabrese infine, ha voluto ringraziare i cittadini, gli esercenti e le farmacie che hanno contribuito con le loro donazioni di beni di prima necessità ed i volontari che hanno collaborato alla organizzazione della raccolta Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente dell’ANC, Giorgio Calabrese, e da alcuni componenti del direttivo, che si sono messi a disposizione per aiutare i volontari di Protezione Civile a caricare il materiale sul Camion. (Quotidiano di Ragusa)

In un messaggio indirizzato a dipendenti e fornitori Chris Kempczinski, amministratore delegato del colosso del fast food, ha scritto: “Si tratta di una vicenda complicata, senza precedenti e con profonde conseguenze”. (Scatti di Gusto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr