Roma, tra i furbetti dei bonus Covid c'è un'azienda fondata dalla famiglia Molinaro di Lamezia

Roma, tra i furbetti dei bonus Covid c'è un'azienda fondata dalla famiglia Molinaro di Lamezia
Iacchite.blog ECONOMIA

Gli accertamenti hanno riguardato in particolare la società “Crescita Italia Srl”, creata a Roma nell’agosto 2020 dalla famiglia Molinaro di Lamezia Terme, che aveva acquisito crediti per la cifra posta sotto sequestro oggi da 700 persone diverse, per lo più extracomunitari che gestiscono piccoli supermercati tra Roma e Napoli

Provvedimenti che erano stati disposti per aiutare le imprese e i commercianti in difficoltà. (Iacchite.blog)

Ne parlano anche altre fonti

Roma, 24 novembre 2021 - Truffa dei bonus Covid: sono 13 gli indagati per reati tributari, truffa e autoriciclaggio nell'inchiesta della procura di Roma che ha portato questa mattina la la Guardia di Finanza ad eseguire un sequestro preventivo d'urgenza di 110 milioni di euro. (Quotidiano.net)

Nei primi dieci mesi del 2021, l’impresa in parola ha acquistato crediti di imposta per un valore nominale di oltre 110 milioni di euro da una moltitudine di soggetti i quali, in base ai preliminari riscontri, risulterebbero privi di consistenza imprenditoriale o, comunque, non potrebbero beneficiare delle menzionate agevolazioni fiscali. (Tuscia Web)

Secondo gli inquirenti, la società Crescita Italia Srl, creata a Roma nell'agosto 2020 dalla famiglia Molinaro di Lamezia Terme avrebbe acquisito crediti per la cifra posta sotto sequestro oggi da 700 persone diverse, per lo più extracomunitari che gestiscono piccoli supermercati tra Roma e Napoli (LaC news24)

Covid: maxi truffa per i bonus di emergenza, sequestrati 110 milioni di euro

Il provvedimento è stato eseguito dalla guardia di finanza su disposizione della procura locale. (Sky Tg24)

Roma, 25 nov. (LaPresse) – “Vogliamo sperare che il MEF e il Governo tutto si renda conto di quanto sta accadendo e convochi al più presto congiuntamente le parti sociali, così come più volte richiesto”. (LaPresse)

L'ipotesi di reato dei pm è quella della truffa sia ai terzi in buona fede sia allo Stato. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr