Luana D'Orazio, morta a 22 anni in fabbrica: incastrata in un macchinario

Luana D'Orazio, morta a 22 anni in fabbrica: incastrata in un macchinario
Approfondimenti:
Il Messaggero INTERNO

Accanto a lei c'era un collega, girato di spalle: quando si è voltato ha visto quello che era successo, ma ha riferito di «non aver udito grida di aiuto»

Luana era una giovane operaia e anche una giovane mamma, di un bambino di 5 anni.

Lavorava da solo un anno in un'azienda tessile in provincia di Prato, a Oste di Montemurlo, dove è successa la tragedia.

Secondo una prima ricostruzione, la 22enne sarebbe rimasta impigliata nel rullo del macchinario a cui stava lavorando venendo poi trascinata. (Il Messaggero)

Su altri media

Si chiamava Luana D’Orazio ed aveva soli 22 anni l’operaia morta in una fabbrica tessile di via Garigliano, a Oste di Montemurlo. Il dramma si è consumato nella mattinata di oggi, lunedì 3 maggio, quando la giovane lavoratrice è deceduta dopo essere rimasta incastrata in un macchinario, un orditoio, che il cui ingranaggio l’aveva poco prima trascinata al suo interno. (occhionotizie.it)

Lavorava da circa un anno in un'azienda tessile in provincia di Prato, a Oste di Montemurlo. Si chiamava Luana D'Orazio, giovane operaia e anche giovane mamma, di un bambino di 5 anni. (ilmessaggero.it)

Luana D'Orazio, il pm di Prato: «Verificheremo la fotocellula del macchinario»

Aveva 58 anni. Luana D'Orazio morta in fabbrica a 22 anni, chi era: dall'abbandono della scuola perché incinta a quel lavoro deciso per il figlio di 5 anni «Abbiamo ricevuto i rilievi - prosegue- e nelle prossime ore nomineremo dei periti per gli accertamenti tecnici sui documenti raccolti dalla polizia giudiziaria». (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr