Raducanu, la regina multietnica nata dal nulla

Raducanu, la regina multietnica nata dal nulla
ilGiornale.it SPORT

Praticamente il giro del mondo, la vera novità visto che in campo si è poi visto il solito tennis muscolare e poco fantasioso di questi tempi.

Che Emma Raducanu abbia vinto gli UsOpen è una storia che si spera faccia bene al tennis femminile, malato di visibilità e di talenti, aggrovigliato nelle turbe mentali di Naomi Osaka.

Intanto però godiamoci la ragazza che ha riscritto i libri del tennis come prima qualificata a vincere a New York (ilGiornale.it)

Su altri media

Due storie simili quelle di Emma e Leylah, a cominciare dalla biografia. Perché a 18 anni, 9 mesi e 28 giorni Emma Raducanu ha fatto davvero la storia. (Tennis Fever)

Tutte e quattro hanno già giocato almeno un turno a Melbourne, Parigi, Londra e New York: vero o falso? Nessuna delle semifinaliste di oggi s’era mai spinta in passato così avanti negli Us Open: vero o falso? (La Repubblica)

La sera prima Matteo Berrettini ha giocato il suo quarto di finale a Flushing Meadows contro Novak Djokovic e ne è uscito sconfitto, come era già successo a Parigi e a Wimbledon. E tenendo presente anche la superficie, perché se dovessi scegliere dove giocare questa partita sceglierei la terra. (Ubi Tennis)

Fernandez: "Da piccola volevo avere la calma di Roger Federer"

Sul campo P5 riservato a gli allenamenti Juan Martin Del Potro e John McEnroe scendono in campo per un breve allenamento. È piuttosto impressionante come per i primi due set Jenson sia in grado di tenere il ritmo di Djokovic sulla diagonale sinistra costringendo il campione serbo a uscire dallo scambio per primo. (Ubi Tennis)

Tuttavia non ha potuto fare nulla contro Raducanu, che ha ritrovato per la prima volta tra i professionisti tre anni dopo la sconfitta contro la britannica al secondo turno del torneo juniores di Wimbledon nel 2018. (Giornale di Sicilia)

Prima di questo incredibile traguardo, negli Slam si era spinta soltanto fino a un terzo turno al Roland Garros nel 2020. Sono alcune delle avversarie che Leylah Fernandez è riuscita a battere nel corso delle due settimane agli Us Open, ultimo torneo Slam della stagione 2021, prima di fermarsi sul più bello in finale contro la sua coetanea classe 2002 e amica Emma Raducanu. (Tennis World Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr