Vaccini, il "ritorno al passato" della Lombardia

Vaccini, il ritorno al passato della Lombardia
Ticinonline SALUTE

La Lombardia ha deciso di fare un "ritorno al passato" nell'ambito della propria campagna vaccinale.

Gli intervalli "dilatati" erano finalizzati a coprire il maggior numero di persone possibile almeno con la prima dose, tenendo conto di un numero di fiale limitato.

Dal 28 giugno l'intervallo di tempo tra la somministrazione della prima e della seconda dose del vaccino Pfizer sarà di 21 giorni, mentre per Moderna bisognerà aspettare 28 giorni. (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr