Fisco, Confprofessioni: troppe distorsioni sull'Irpef, creano disparità impositiva

Fisco, Confprofessioni: troppe distorsioni sull'Irpef, creano disparità impositiva
Notizie - MSN Italia ECONOMIA

Internet (altro). «Un fisco più equo e progressivo, con particolare attenzione alle giovani generazioni».

«Infine – conclude Stella – non dobbiamo dimenticare la condizione in cui versano le giovani generazioni e le difficoltà nell’accesso al lavoro.

«Sono venuti ottimi spunti e buone proposte dalla discussione sulla riforma fiscale che abbiamo fatto stamattina con Confprofessioni.

«Serve un fisco più semplice - aggiunge - che si basi su testi unici, uno statuto del contribuente in Costituzione e una giustizia tributaria efficiente. (Notizie - MSN Italia)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Il Pnrr promette entro luglio la legge delega sulla quale dovranno poi lavorare gli esperti ma vanno sciolti i grandi nodi come ridisegno Irpef, flat tax per le partite Iva, Catasto e revisione delle tax expenditures (Il Sole 24 ORE)

«Serve un fisco più semplice - aggiunge - che si basi su testi unici, uno statuto del contribuente in Costituzione e una giustizia tributaria efficiente. «Infine – conclude Stella – non dobbiamo dimenticare la condizione in cui versano le giovani generazioni e le difficoltà nell’accesso al lavoro. (Il Messaggero)

Confprofessioni ha esposto il lavoro realizzato dalla Commissione sulla riforma fiscale della Confederazione, cui hanno partecipato esperti delle principali sigle associative dei commercialisti e dei consulenti del lavoro. (Ipsoa)

Fisco, Confprofessioni: parità di trattamento per tutti i redditi da lavoro - ItaliaOggi.it

“Parità di trattamento tra tutti i redditi da lavoro”, la pr. “Parità di trattamento tra tutti i redditi da lavoro”, la proposta di Confprofessioni. di Franco Metta. Non è la prima volta Confprofessioni presenta la propria proposta di riforma fiscale alle istituzioni. (CASA&CLIMA.com)

«Siamo partiti dalla constatazione di alcuni dati – afferma Stella – che dimostrano come l’attuale modello IRPEF risulti iniquo e inadeguato a rappresentare le complessità della nostra società. «Infine – conclude Stella – non dobbiamo dimenticare la condizione in cui versano le giovani generazioni e le difficoltà nell’accesso al lavoro. (Il NordEst Quotidiano)

Parità di trattamento per tutti i redditi da lavoro, progressività graduale dell’imposizione e tagli alle imposte sulla classe media. «Infine – conclude Stella – non dobbiamo dimenticare la condizione in cui versano le giovani generazioni e le difficoltà nell’accesso al lavoro. (Italia Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr