MotoGp, Quartararo: "Tuta aperta? Ero da bandiera nera"

MotoGp, Quartararo: Tuta aperta? Ero da bandiera nera
Altri dettagli:
Corriere dello Sport.it SPORT

"È difficile ammetterlo, ma guardando indietro è vero, ero da bandiera nera.

Non voglio fare commenti su qualcuno in particolare, ma questo weekend ho visto come sono fatte veramente certe persone"

Mi sono messo in pericolo e considerando anche quanto avvenuto la settimana scorsa sarebbe stata giusta la bandiera nera".

Fabio Quartararo, intervistato ai microfoni di Sky Sport dopo i test di Barcellona , ha parlato di quanto successo nel Gran Premio di Catalogna, settimo appuntamento stagionale della MotoGp , in cui ha gareggiato per diversi giri con la tuta aperta davanti, venendo poi penalizzato di 3 secondi. (Corriere dello Sport.it)

La notizia riportata su altri giornali

Tutto è integro. Sull’account Twitter infatti si legge: “Dopo la gara il team di sviluppo corse di Alpinestars ha avviato un'indagine sull'integrità della tuta di Fabio Quartararo ed è stato riscontrato che la tuta era normalmente funzionante con tutte le cerniere e le chiusure perfettamente funzionanti e tutti i componenti della tuta, incluso il sistema airbag Tech-Air, erano intatti e perfettamente funzionanti”. (Motosprint.it)

Fabio Quartararo ci ripensa. Fabio Quartararo, però, non ha gradito la prima penalità: "Ho perso sette decimi, ma se avessi perso un secondo non mi avrebbero penalizzato. (la Repubblica)

Ben 15 tornate in più per Marquez, il più attivo in pista in questi test. È stato anche importante provare alcune cose nuove sulla moto, ma serviva in primis a me per fare sempre più giri. (FormulaPassion.it)

MotoGP, primi controlli Alpinestars: tutto regolare sulla tuta di Quartararo

Alpinestars dirama una nota ufficiale dopo i primi accertamenti sulla tuta di Fabio Quartararo. Al termine dei test MotoGP di ieri Fabio ha riconosciuto di meritare la bandiera nera e che la penalizzazione del FIM Panel è sin troppo blanda (Corse di Moto)

La giornata di test successiva al Gran Premio di Catalogna è stata fondamentale per Marc Marquez ed il team HRC. La moto era tutta nera, è vero, ma non era completamente nuova", conclude l'otto volte campione del mondo (Motosprint.it)

Un grosso rischio, e ad appena una settimana poi dal tragico evento del piccolo Dupasquier… Ma i controlli continuano, come detto Alpinestars vuole vederci chiaro per evitare che episodi del genere possano ripetersi Alpinestars giustamente vuole vederci chiaro su un fatto decisamente pericoloso per l’incolumità del pilota MotoGP e ha avviato un’indagine interna. (Corse di Moto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr