Uno scienziato militare cinese aveva il vaccino anti-covid già a inizio 2020

Uno scienziato militare cinese aveva il vaccino anti-covid già a inizio 2020
AGI - Agenzia Italia INTERNO

no scienziato militare cinese, Zhou Yusen, morto nel maggio dello scorso anno, aveva depositato un brevetto per un vaccino contro il Covid-19 già a febbraio 2020.

È quanto rivela un'inchiesta condotta dal quotidiano The Australian, che cita documenti di cui è entrato in possesso, e che alimenta i dubbi sulla possibilità che un vaccino fosse stato testato prima che la malattia nota oggi come Covid-19 emergesse pubblicamente. (AGI - Agenzia Italia)

Ne parlano anche altri giornali

Si potranno infatti nuovamente ridurre i tempi tra prima e seconda somministrazione: la seconda dose di siero Pfizer Biontech potrà essere somministrata a partire dal 21esimo giorno dalla prima mentre il vaccino Moderna dal 28esimo giorno, sempre a partire dalla prima somministrazione. (Fanpage.it)

Da un lato, perché il vaccino contro il Covid contiene forti dosi di antigene che devono essere processate dall'organismo. C'è chi avverte solo un lieve dolore al braccio, chi invece viene colto da spossatezza, febbre, mal di testa. (Ticinonline)

La prima dose è stata inoculata al 42,3% degli abitanti, mentre la seconda al 20,3% (venerdì scorso rispettivamente 39,5% e 19,8%). Ascolta "IlGiunco. (IlGiunco.net)

Vaccino Covid, da mercoledì 9 al via la prenotazione per la fascia 12-15 anni in Sicilia

ecord di vaccinazioni anti covid per l'Asl To4. In base alle nuove disposizioni della Regione Piemonte l'azienda sanitaria locale potrà ora raggiungere le 4500 somministrazioni giornaliere. (QC QuotidianoCanavese)

L’estensione della somministrazione al nuovo target 12-15 anni (che comprende circa 163 mila persone) è stata autorizzata nell’ambito della campagna nazionale di immunizzazione. Vaccino Covid, da mercoledì 9 al via la prenotazione per la fascia 12-15 anni in Sicilia Di. (Orizzonte Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr