Gli ucraini Kalush Orchestra conquistano il pubblico dell’Eurovision: «Troveremo la strada di casa, anche se sono tutte distrutte» – Il video

Open CULTURA E SPETTACOLO

Nel brano si parla infatti del ricordo protettivo e delle tenere e care parole rassicuranti sussurrate da una madre a un bambino.

Ma dopo l’inizio della guerra il brano ha assunto un nuovo significato, passando a un livello più universale, elevandosi a diventare un brano in difesa della propria terra natia, delle proprie radici, della sicurezza e protezione delle persone più indifese.

La Kalush Orchestra, il gruppo rap-folk che quest’anno rappresenta l’Ucraina all’Eurovision Song Contest di Torino, si è esibita sulle note di Stefania, un brano che è stato scritto per la madre del frontman del gruppo, Oleh Psiuk. (Open)

La notizia riportata su altri media

"Troveremo la strada di casa, anche se sono tutte distrutte" è stata la loro frase finale sul palco del PalaOlimpico. "Slava Ukraini" è il motto dei soldati ucraini durante questo conflitto. (IL GIORNO)

Come prevedibile l’Ucraina vola verso la finale di sabato e la probabile vittoria. Domani seconda semifinale e sabato si vedrà se tutta l’Europa starà con l’Ucraina (ilGiornale.it)

Ed è anche per questo motivo che ieri sera, i Kalush Orchestra si sono esibiti sul palco dell’Eurovision Song Contest 2022 a Torino. Prima però potrebbero portare a casa la vittoria, essendo oggi, tra i favoriti (Ultime Notizie Flash)

a cura di Eleonora Giovinazzo Anche il pubblico ha commentato da casa, mostrando di aver apprezzato la canzone ironizzando, però, un po’ sul look. (Repubblica TV)

La ballad struggente di Marius Bear (Svizzera), musicista di strada, e quella di Maro (Portogallo). Passano il turno: Svizzera, Armenia, Islanda, Lituania, Portogallo, Norvegia, Grecia, Ucraina, Moldavia, Olanda. (leggo.it)

Durante lo show infatti non c’è molto spazio per fare commenti ma nelle conferenze e nelle interviste fuori dal palco sono molti i cantanti che chiedono di tenere alta l’attenzione sull’Ucraina. Sono in molti a parlare della guerra in Ucraina fuori dal palco dell’Eurovision. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr