Il mercato immobiliare si rimette in moto. Tutti i dati su Piemonte e Lombardia

La Stampa ECONOMIA

L'abitazione che vogliamo deve essere però più grande e con spazi all'aperto dove vivere meglio, anche per lavorare all'interno, visto il boom dello smart working.

Dai dati relativi al focus su "compravendite e prezzi delle abitazioni", pubblicato su " L'economia in breve" da Banca d'Italia a maggio, si evince l'andamento dei prezzi 2020 che si sono attestati su di una linea quasi piatta, con un leggero aumento alla fine del primo lockdown. (La Stampa)

Ne parlano anche altre testate

In salita anche gli scambi dei depositi pertinenziali (cantine e soffitte), con volumi di compravendita quasi raddoppiati rispetto al primo trimestre 2020. Per quanto riguarda il comparto terziario – commerciale, nel primo trimestre 2021 si registra una espansione del 51,3% delle compravendite (InvestireOggi.it)

Il 2020 si è chiuso per il mercato immobiliare di Palermo con un segno meno: i prezzi sono scesi del 2,9 pct e le vendite del 12,63 pct. Il mercato immobiliare palermitano ha archiviato il 2020 con un segno meno, sia per quanto riguarda l’andamento dei prezzi, sia per il numero delle compravendite effettuate. (MutuiOnline.it)

Notai in crisi con mercato immobiliare. Gli italiani, si sa, sono profondamente “malati” di mattone. Una delle caste più odiate dagli italiani è infatti in apprensione per il continuo calo del mercato immobiliare. (InvestireOggi.it)

Mercato non residenziale in calo a causa della pandemia

Inoltre continua il trend che ha già caratterizzato la chiusura del 2020: la crescita è più evidente soprattutto nei comuni minori, con un +43,3% rispetto al primo trimestre 2020; nei capoluoghi i volumi aumentano invece del 30% circa. (Immobiliare.it News)

Tuttavia c'è una diffusa consapevolezza che difficilmente i valori degli immobili potranno arrivare alle cifre registrate qualche anno fa. In Piemonte il calo delle quotazioni degli immobili durante la pandemia è più uniforme, ma particolarmente pronunciato a Novara, Cuneo e Alessandria. (La Sentinella del Canavese)

Il calo ha investito in maniera molto sensibile le Isole (-19,8%), in cui però si concentra meno del 6% del mercato nazionale, e il Nord Est (-13,9%). Seguono il Nord Ovest (-9) e il Centro, che ha resistito meglio allo shock (-3,8%). (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr