Elon Musk ai dipendenti di SpaceX: «Se Starship non decolla, c’è il rischio di bancarotta»

Corriere della Sera ECONOMIA

Rispetto ai piani iniziali, quindi, lo sviluppo dei motori Raptor e, di conseguenza, i test di Starship sono in ritardo.

A rivelare i dettagli è stato il sito The Verge, che ha ottenuto una copia dell’email inviata durante il Black Friday.

In sintesi, Elon Musk ha spiegato che «la situazione di crisi nella produzione dei Raptor è peggio di quanto sembrasse un paio di settimane fa».

Elon Musk si è rivolto così ai dipendenti di SpaceX , inviando loro un’email riguardante le difficoltà di produzione dei motori Raptor, che saranno utilizzati sulla navicella spaziale Starship, il mezzo che dovrà consentire il raggiungimento dello spazio profondo. (Corriere della Sera)

Su altre fonti

Come spiega HDblog.it, la testata Space Explored è riuscita a reperire le e-mail che Musk ha inviato ai dipendenti in vista della festività del Ringraziamento. Da quanto si apprende Musk avrebbe spiegato ai dipendenti la necessità di attuare alcuni sforzi fondamentali per non cadere in “bancarotta”. (Ck12 Giornale)

Dato che Starship è progettato per essere completamente e rapidamente riutilizzabile, SpaceX dovrebbe aver bisogno solo di pochi veicoli operativi per poter volare due volte al mese. Ma in questo momento non ne ha, poiché Starship è ancora nella fase di volo di prova (Tom's Hardware Italia)

Ascolta qui download. Durante il weekend del Ringraziamento Elon Musk ha inviato una lettera ai dipendenti di SpaceX per avvertirli che vi è il rischio che la società possa andare in bancarotta l’anno prossimo. (Cryptonomist)

A causa di un pezzo necessario per costruire i motori Raptor del programma Starship, necessari per far volare le navicelle una volta la settimana, che porterebbe la società in bancarotta non potendo far volare una Starship ogni due settimane. (Tech Meteoweek)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr