Google durissimo contro i negazionisti del Cambiamento Climatico: niente guadagni per loro

Google durissimo contro i negazionisti del Cambiamento Climatico: niente guadagni per loro
Computer Magazine SCIENZA E TECNOLOGIA

Le lamentele di alcuni inserzionisti che, pare, hanno espresso la loro preoccupazione perché la visualizzazione di alcuni loro annunci era spesso accostata a quella di video riportanti polemiche contro il cambiamento climatico.

Google per la verità: da novembre le nuove misure saranno effettive. A partire dal mese di novembre la nuova politica di Google troverà attuazione nella pratica.

Google fa un giro di vite su chi afferma che il cambiamento climatico terrestre sia una bufala, e mette al bando ogni tipo di pubblicità e pubblicazione inerente l’argomento (in senso negativo) sui suoi sistemi. (Computer Magazine)

Su altre testate

Ampio spazio sarà dato poi alla prevenzione primaria (fotoprotezione) e alla diagnosi precoce attraverso sistemi diagnostici non invasivi sempre più precisi e maneggevoli. Contiamo quindi sulla partecipazione e sull’entusiasmo dei dermatologi italiani per dare il loro contributo alla crescita della nostra professione” (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Oltre che in quei tre Stati, casi di peste sono stati segnalati ad agosto dalle Nazioni Unite anche in territorio africano L'allarme sul legame tra cambiamento climatico e diffusione della peste è stato lanciato di recente da Anna Popova, a capo del Servizio federale per la Tutela dei Consumatori e il Benessere umano. (ilGiornale.it)

Google ha anche comunicato che per mettere a punto questa nuova policy in vigore dal mese corrente ha consultato il Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico (IPCC) delle Nazioni Unite Verranno invece permessi gli annunci e la monetizzazione di contenuti che discutono sulle politiche climatiche o trattano di ricerche scientifiche legati a quelle tematiche. (Corriere della Sera)

Google blocca le pubblicità che negano il cambiamento climatico

Lo scopo, quindi, è quello di punire coloro che definiscono il cambiamento climatico come una bufala, che negano l’aumento della temperatura media del pianeta, oppure che non parlano né delle emissioni di gas serra o delle attività umana che contribuiscono a questi problemi. (Android Italy)

“La NASA ha risorse uniche che deve proteggere: attrezzature scientifiche e capacità che ci consentono di comprendere questa crisi climatica sulla Terra e di esplorare l’universo”, ha detto l’amministratore della NASA Bill Nelson in una dichiarazione della NASA. (Tom's Hardware Italia)

Google impedirà ai negazionisti del cambiamento climatico di guadagnare attraverso le sue piattaforme e di diffondere la disinformazione sul clima attraverso la pubblicità. In particolare, il divieto riguarderà gli annunci sui contenuti che contraddicono il “consenso scientifico sull’esistenza e le cause del cambiamento climatico”. (Il Manifesto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr