Beppe Signori assolto per Piacenza-Padova: "Non truccò il risultato"

Beppe Signori assolto per Piacenza-Padova: Non truccò il risultato
La Gazzetta dello Sport SPORT

Così Beppe Signori – ancora alle prese con altri processi a suo carico, tra cui quello in corso a Modena - ha commentato l'assoluzione arrivata con formula piena da parte del Tribunale di Piacenza.

Signori, che aveva rinunciato alla prescrizione, era finito sotto processo insieme a Luigi Sartor e al "gruppo di Singapore" che, secondo un testimone, aveva versato 65 mila euro allo scopo di indirizzare il risultato della gara, 30.000 dei quali direttamente a Signori. (La Gazzetta dello Sport)

Su altre testate

Signori era accusato insieme ad altri di aver cercato di condizionare, in cambio di denaro, l’esito del match. Il calciatore Beppe signori è stato assolto dal tribunale di Piacenza. (SportPiacenza)

“È una piccola rivincita – ha aggiunto Signori -, questi dieci anni non me li restituirà più nessuno” “Spero sia la prima di una lunga serie di assoluzioni che mi possano restituire la dignità di uomo e la credibilità di sportivo”. (Padova Sport)

Solo dopo ho realizzato che è il record del mondo under 20, è lo standard per Tokyo! Non ci sono tante parole per descriverlo, o almeno io non le ho, mi basta la misura (Yahoo Eurosport IT)

Calcioscommesse, Beppe Signori assolto con formula piena: 'Vittoria nettissima, è una rivincita per me!'

Il problema è che noi dovremmo tutti riflettere: una cosa è l’accusa, una cosa è il giudizio. Questa la gioia esternata dall’ex calciatore sui propri canali social. (Radio Radio)

L’ex attaccante della Nazionale (e di Lazio, Bologna e anche Piacenza) era finito nell'inchiesta, condotta dal pm piacentino Emilio Pisante, sulla partita Piacenza-Padova del 2 ottobre 2010 (terminata 2-2). (IlPiacenza)

Lo annuncia lo stesso Signori sui social: "Assolto con formula piena perché il fatto non sussiste, art. E l'ex capitano biancoceleste è stato assolto con la piena formula. (Calciomercato.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr