La commissione antimafia chiede gli elenchi dei vaccinati in Sicilia

La commissione antimafia chiede gli elenchi dei vaccinati in Sicilia
La Repubblica INTERNO

La commissione parlamentare Antimafia chiede gli elenchi dei vaccinati a Sicilia, che insieme con Calabria, Campania e Valle D'Aosta è la regione che presenta più somministrazioni sotto la voce “altro” nel report vaccini della struttura commissariale nazionale.

Un numero decisamente più alto rispetto alle somministrazioni eseguite su operatori socio sanitari (227.910), personale non sanitario che gravita intorno alle strutture ospedaliere (9.662), ospiti di rsa e case di riposo (39.682), over 80 (210.354), forze armate (28.239) e personale scolastico (70.160). (La Repubblica)

Su altre fonti

L'obiettivo, in Campania come altrove, è capire se dietro i vaccinati ascritti alla categoria 'altro' si possano nascondere persone non aventi diritto. "Auspichiamo massima collaborazione nella trasmissione dei dati alla Commissione Antimafia da parte delle Istituzioni competenti", prosegue il presidente dell'Antimafia, che chiede collaborazione "al fine di fugare ogni dubbio sul rispetto delle priorità di vaccinazione". (NapoliToday)

Senza criteri, senza trasparenza non può esserci equità", sottolinea il gruppo 'Vaccini Abruzzo in chiaro' che ha già ricevuto decine di adesioni. La domanda è d'obbligo: a chi si fa riferimento con la categoria 'altro'? (News Town)

L’operazione, secondo quanto si appreso, è frutto di 4 diverse indagini, coordinate dalle diverse Procure antimafia di Catanzaro, Reggio Calabria, Napoli e Roma e dalla Direzione nazionale antimafia. Le indagini sono confluite nella maxi operazione alla luce del fatto che avevano ad oggetto le stesse dinamiche criminali anche se con soggetti coinvolti diversi. (Quotidiano online)

Dai parenti agli ‘altri’, nuovo show di Morra: “Datemi gli elenchi dei vaccinati”

Le accuse sono di associazione di tipo mafioso, riciclaggio e frode fiscale di prodotti petroliferi. Sono stati sequestrati una serie di beni di lusso, anche all’estero, che venivano utilizzati dai soggetti dell’organizzazione. (Quotidiano online)

Paolo Lattanzio, coordinatore in Commissione antimafia del Comitato sulla prevenzione e repressione delle attivita' predatorie della criminalita' organizzata durante l'emergenza sanitaria, avanzeremo richiesta degli elenchi dei nominativi vaccinati ricadenti nella categoria 'altro' che in Sicilia, Calabria, Campania e Valle d'Aosta risultano avere numeri ben maggiori rispetto alla media nazionale". (La Repubblica)

Nicola Morra continua la sua battaglia contro la voce “altri” dei vaccinati nei report regionali. E ancora: “In Calabria rallenta a Pasqua la campagna vaccinale, ma la categoria ‘altro’ non viene toccata da tale rallentamento… chissà perché” (Il Riformista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr