Multe al via ai negozianti che non accettano la carta

La Voce di Rovigo INTERNO

La segnalazione verrà comunque utilizzata anche come “indicatore di rischio” per indirizzare successivi controlli sulla regolarità fiscale

Non solo: il rifiuto li farà anche balzare in cima alla lista dei soggetti da controllare ai fini della verifica della regolarità fiscale.

Per molti potrebbe essere un deterrente anche più valido della singola multa.

Da quel momento, i negozianti che non accetteranno pagamenti tramite moneta elettronica saranno multati, con una sanzione amministrativa di 30 euro più il 4% del valore della transazione. (La Voce di Rovigo)

La notizia riportata su altre testate

Dal primo luglio 2022, i commercianti dovranno per forza accettare Bancomat e carte di credito/debito come forma di pagamento. Con POS Easy pochi costi e commissioni, per un servizio affidabile e trasparente. (Punto Informatico)

A partire dal 30 giugno previste le sanzioni per gli esercenti che non esibiscono il Pos. Sono previste due particolari sanzioni per coloro che non permettono ai propri clienti di pagare con metodi di pagamento diversi dai classici contanti. (iLoveTrading)

Continueremo la nostra azione di pressione per azzerare le commissioni nelle transazioni sotto i 10 euro e per ridurre sensibilmente le spese per i canoni di noleggio dei dispositivi Entro il 30 giugno, infatti, commercianti e studi professionali dovranno dotarsi del Pos e accettare pagamenti con moneta elettronica (carta di credito e di debito). (il Resto del Carlino)

Le novità sono contenute negli emendamenti al testo del decreto PNRR 2 approvati in Senato nel corso dell’iter per la conversione in legge. Sanzioni POS al via dal 30 giugno 2022 anche per chi non accetta pagamenti con carte prepagate, e non solo bancomat o carte di credito. (Informazione Fiscale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr