Gerusalemme, scontri tra polizia e palestinesi ai funerali della giornalista di Al Jazeera

Gerusalemme, scontri tra polizia e palestinesi ai funerali della giornalista di Al Jazeera
Repubblica TV ESTERI

Tensione ancora altissima a Gerusalemme per la morte della giornalista di Al Jazeera Shireen Abu Akleh, uccisa martedì da un proiettile a Shireen Abu Akleh durante gli scontri a fuoco tra miliziani palestinesi ed esercito israeliano a Jenin in Cisgiordania.

La polizia ha disperso il corteo funebre di dimostranti dopo che erano stati intonati slogan violenti.

La bara della reporter è stata portata in una chiesa cattolica della città per le esequie, all'esterno della quale si sono registrati altri momenti di tensione

(Repubblica TV)

Su altre fonti

Il funerale si è poi concluso senza ulteriori incidenti - TEL AVIV, 13 MAG - Si sono conclusi a Gerusalemme i funerali di massa di Shireen Abu Akleh, la reporter di al-Jazeera rimasta uccisa mercoledì a Jenin (Cisgiordania) in un conflitto a fuoco fra miliziani palestinesi ed un'unità militare israeliana. (Tiscali Notizie)

L'Ue ribadisce la richiesta di un'indagine approfondita e indipendente che chiarisca tutte le circostanze della morte di Shireen Abu Akleh e porti i responsabili della sua uccisione davanti alla giustizia". (L'HuffPost)

Una situazione che, secondo un comunicato diffuso dalla polizia israeliana di Gerusalemme, si è venuta a creare a causa di “centinaia di rivoltosi” che “hanno iniziato a turbare l’ordine pubblico anche prima dell’inizio del funerale”. (Il Fatto Quotidiano)

Casa Bianca, scontri a Gerusalemme 'inquietanti'

Violenze sono scoppiate alla processione funebre a Gerusalemme di Shireen Abu Akleh, la giornalista americano palestinese di Al Jazeera rimasta uccisa mercoledì mentre documentava uno scontro a fuoco fra israeliani e palestinesi a Jenin (Today.it)

Venerdì 13 maggio 2022 - 18:02. M.O., Fico: vergognose cariche su corteo funebre Shireen Abu Akleh. "Morte giornalista ennesima ferita su territorio martoriato". (Agenzia askanews)

Lo ha detto la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, esprimendo il "rammarico" dell'amministazione Biden e definendo le violenze "un'intrusione in una processione pacifica" (Gazzetta di Parma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr