Zangrillo, virus clinicamente morto? La precisazione

Zangrillo, virus clinicamente morto? La precisazione
Virgilio Notizie INTERNO

Questo per me vuol dire che il virus è clinicamente… in letargo… Vogliamo dirla così?

La precisazione Il primario del San Raffaele di Milano torna su quelle affermazioni che scatenarono le polemiche un anno fa. Il coronavirus non è “clinicamente morto” ma “è in letargo”.

“Se riteniamo che ci possa essere un’equivalenza tra ‘clinicamente non esiste più’ e gli accessi in pronto soccorso, vi dico che fino a poco fa il pronto soccorso del mio ospedale era pieno di pazienti” ha premesso il professore Zangrillo. (Virgilio Notizie)

La notizia riportata su altri giornali

Sono dell’idea di ascoltare gli altri, non ho mai attaccato nessuno e non inizio certo ora” ha replicato Andrea Crisanti. Il professore del Sacco di Milano ha risposto, laconico: “È un’affermazione che si commenta da sola (L'HuffPost)

"Il Covid è clinicamente in letargo, speriamo che non si risvegli. Dico che le mascherine all'esterno non hanno alcun senso. (Corriere TV)

E questo per me vuol dire che il virus è clinicamente in letargo, diciamo cosi'" n anno fa disse 'il virus clinicamente non esiste più. (AGI - Agenzia Italia)

Zangrillo e la stoccata a Crisanti (e a Galli)

"Il virus esiste, come esistono altri centinaia di virus. Il virus è "in letargo". (Adnkronos)

“Questa mattina il Pronto soccorso del San Raffaele era pieno di pazienti con altre malattie, non esistono fortunatamente pazienti con insufficienza respiratoria da Sars-CoV-2. Su una cosa il medico personale di Silvio Berlusconi è sicuro, al momento non ha senso portare una mascherina all’aperto soprattutto in casi dove non c’è alcun affollamento (Fanpage.it)

Nella chiacchierata, Zangrillo sottolinea l'importanza della corretta informazione nella gestione della pandemia. Alberto Zangrillo vi dice che non hanno alcun senso. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr