Bonus Tv: boom di richieste, erogati finora 18 milioni di euro

Bonus Tv: boom di richieste, erogati finora 18 milioni di euro
Wall Street Italia ECONOMIA

La misura resterà attiva fino al 31 dicembre 2022, oppure a esaurimento dei fondi stanziati, pari a 250 milioni di euro.

L’ammontare dei crediti d’imposta maturati dagli esercenti, a fronte degli sconti praticati ai cittadini per il bonus rottamazione tv, è pari a circa 18 milioni di euro.

Per quanto riguardo il precedente bonus tv/decoder, rimasto in vigore e cumulabile con il bonus rottamazione, secondo il Mise le operazioni di vendita finora riconosciute sono 41.323, per un ammontare di crediti maturati pari a circa 1 milione di euro

Boom di richieste per il nuovo Bonus tv dedicato a chi compra una nuova tv compatibile con il nuovo digitale terreste Dvbt-2/Hevc Main. (Wall Street Italia)

Su altri giornali

E’ quanto comunica il Ministero dello Sviluppo economico, fornendo i dati aggiornati della nuova misura agevolativa avviata lo scorso 23 agosto. (Wall Street Italia)

L’ammontare dei crediti d’imposta maturati dagli esercenti, a fronte degli sconti praticati ai cittadini per il bonus rottamazione tv, è pari a circa 18 milioni di euro. (Universoinformatico24.it)

Pertanto qualsiasi previsione sulle percentuali di copertura del bonus, già pubblicate da alcuni giornali, sono da ritenersi prive di fondamento (Digital-Sat News)

Bonus rottamazione tv: Mise, finora 232.188 le richieste dei cittadini

Direttamente dal Ministero dello Sviluppo Economico, i primi numeri dell’iniziativa: il contributo è accessibile dalla seconda metà di agosto. (HelpMeTech)

Per quanto riguardo il precedente bonus tv/decoder, rimasto in vigore e cumulabile con il bonus rottamazione, le operazioni di vendita finora riconosciute sono 41.323, per un ammontare di crediti maturati pari a circa 1 milione di euro. (Key4biz.it)

Sono 232.188 i bonus rottamazione tv richiesti finora dai cittadini e riconosciuti dai venditori attraverso la piattaforma telematica dell’Agenzia delle entrate per l’acquisto di televisori compatibili con il nuovo standard di trasmissione del digitale terrestre. (Servizio Informazione Religiosa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr