Le indagini sulla morte di Camilla: la malattia della ragazza non era indicata nella scheda per il medico vaccinatore

Open SALUTE

Sulla scheda di Camilla però, riferisce il Corriere della Sera, di questa malattia non c’è traccia.

Leggi anche:

Le indagini sulla morte di Camilla Canepa, la 18enne deceduta dopo avere ricevuto la prima dose di AstraZeneca, ruotano attorno alla cosiddetta scheda anamnestica, il certificato consegnato dalla ragazza al medico vaccinatore prima della somministrazione del vaccino anti Covid.

Stando a una fonte sanitaria vicina alla vicenda, citata sempre dal Corriere, entrambi comportano un «rischio trombotico», la possibilità che entri in circolazione un trombo, ovvero la causa del decesso di Camilla. (Open)

Se ne è parlato anche su altri media

L’8 giugno, intanto, era arrivata dal Savonese un’altra donna vaccinata con AstraZeneca, con problemi simili a Camilla Nel questionario nessun accenno alla sua malattia, la piastrinopenia, una patologia autoimmune di cui la giovane era affetta. (il Giornale)

Lunedì è morta, ma poco dopo si è scoperto che la giovane soffriva di una malattia, la piastrinopenia autoimmune. La malattia viene distinta in due forme: forme primarie (circa 80% del totale) e forme secondarie(20%) (Caffeina Magazine)

La ricerca va avanti negli ospedali di Lavagna, dove la giovane era stata ricoverata e al Policlinico San Martino Ha suscitato molto clamore, oltre che comprensibile tristezza e dolore, il decesso della giovanissima Camilla Canepa, di Sestri Levante. (PrimaStampa.eu)

Sono una giornalista con il pallino dell’ambiente e mi piace pensare che l’informazione onesta possa risvegliarci da questa anestesia collettiva che permette a mafiosi e faccendieri di arricchirsi sulle spalle del territorio e della salute dei cittadini (Fivedabliu)

Ecco perché è importante capire se queste condizioni fossero state segnalate nel questionario consegnato prima della somministrazione del vaccino, il 25 maggio. Il mistero della scheda. L’articolo del ‘Corriere‘: “La malattia di Camilla non era indicata sulla scheda per il medico vaccinatore” (leggi qui) apre lo spazio a nuovi dubbi e a nuove valutazioni (Live Sicilia)

Camilla Canepa, 18 anni, è morta a Genova per una grave trombosi dopo essere stata vaccinata il 25 maggio con il vaccino anglo-svedese, nell’ambito della campagna Open Day per gli over 18. Il vaccino Astrazeneca in Italia si userà solo per gli over 60. (Caffeina Magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr