Alla Galleria Borghese, "Archaeology now": mostra - confronto tra capolavori del passato e opere del contemporaneo Damien Hirst

Alla Galleria Borghese, Archaeology now: mostra - confronto tra capolavori del passato e opere del contemporaneo Damien Hirst
Vivere Roma CULTURA E SPETTACOLO

2' di lettura. 08/06/2021 - "Archaeology now" è il titolo della mostra dell'artista britannico Damien Hirst alla Galleria Borghese, che sarà visitabile fino al 7 novembre 2021.

Damien Steven Hirst (Bristol, 1965) è un artista e imprenditore inglese, capofila del gruppo conosciuto come YBAs (Young British Artists).

Le tassidermie in formaldeide sono sicuramente tra le sue opere più controverse, anzitutto per l'uso degli animali nella produzione artistica. (Vivere Roma)

Su altri giornali

On display, con la curatela di Anna Coliva e Mario Codognato, numerosi capolavori del poliedrico artista inglese Damien Hirst. Un'immagine della mostra "Damien Hirst Archaeology now". . Prada non smette di mostrare il suo supporto al mondo della cultura. (MF Fashion)

Apre finalmente al pubblico la mostra “Damien Hirst – Archeology now” alla Galleria Borghese. Tra qualche giorno approfondiremo i concetti della mostra nella recensione che troverete su ArtsLife, di seguito una galleria di immagini dell’allestimento che, come ripetiamo, è il vero protagonista della rassegna (ArtsLife)

Passata l’epidemia ci sarà un grande ritorno delle iniziative culturali e della capacità dei musei di innovare. È stata inaugurata Archaeology Now, l’attesa personale di Damien Hirst alla Galleria Borghese di Roma, visitabile fino al 7 novembre 2021. (Artribune)

Damien Hirst alla Galleria Borghese di Roma

Hirst ne prelevò alcuni per riconvertirli nelle sue opere Fino al giorno in cui, a metà degli anni ’80, un introverso vicino di casa morì. (Il Manifesto)

L’artista inglese Damien Hirst sfida gli iconici spazi della Galleria Borghese con una mostra che farà parlare a lungo di sé. È straordinaria la capacità della mostra “Archaeology Now” di Damien Hirst, ospitata all’interno dell’altrettanto celebre Galleria Borghese, di mantenere un perfetto equilibrio tra iconoclastia e rispetto nel rapportarsi con alcune tra le opere giustamente più famose della Storia dell’Arte. (CulturaMente)

Colour Space vede l’infiltrazione, nelle parole di Hirst, di “elementi umani” by A. Novelli Galleria Borghese – Ministero della Cultura Damien Hirst and Science Ltd. (Living)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr