Lo scontro tra Crisanti e la Regione Veneto finisce in procura: lo scienziato è indagato per diffamazione

Lo scontro tra Crisanti e la Regione Veneto finisce in procura: lo scienziato è indagato per diffamazione
Open INTERNO

Una circostanza che ha fatto infuriare il Veneto, che da tempo procede anche con i test rapidi, e che ha portato a questo “scontro”

A presentare l’esposto alla Procura di Padova è stato il direttore generale di Azienda Zero, Roberto Toniolo.

Insomma, non sarebbero affatto affidabili.

L’indagine a Padova è partita dopo la segnalazione dalla Regione Veneto, dopo le critiche di Crisanti sulla gestione sanitaria veneta e le accuse di inaffidabilità dei test rapidi. (Open)

Su altre testate

Crisanti, direttore dell'Istituto di microbiologia dell’Università di Padova, è un dipendente della sanità del Veneto A presentare l’esposto è stato il direttore generale di Azienda Zero, Roberto Toniolo. (L'Arena)

Azienda Zero infatti, braccio operativo della Regione, ha denunciato il comportamento del microbiologo, a suo dire diffamatorio visto che il professore è anche un “dipendente”. A breve chiederà di poter disporre dello studio scientifico sui tamponi a cui si riferisce il professor Andrea Crisanti. (VicenzaToday)

"Non vedo di cosa preoccuparmi, i test rapidi sono stati distribuiti anche dal Governo – aveva dichiarato Flor – Padova, 29 aprile 2021 – Il microbiologo Andrea Crisanti è indagato dalla Procura di Padova per diffamazione dopo le critiche al sistema di prevenzione Covid della Sanità veneta e, in particolare, per l’uso generalizzato dei test rapidi per il tracciamento dei casi positivi. (il Resto del Carlino)

Crisanti indagato per diffamazione sulla sanità veneta. L'Azienda regionale: "Ci scredita"

Rilevato caso di ceppo. 28 APRILE Coronavirus in Veneto: 302 nuovi casi e 8 morti nella giornata, i. 26 APRILE Covid in Veneto, 227 nuovi casi e 24 vittime nella giornata Il. Le persone che hanno completato il ciclo (prima e seconda dose) sono 491. (ilgazzettino.it)

Flor vs Crisanti. Flor non si stava solo riferendo a un'eventuale querela ai danni della trasmissione, di cui per la verità non si ha notizia, ma anche al professor Crisanti e alle sue affermazioni sui tamponi rapidi fatte ai giornalisti di "Report". (TrevisoToday)

Crisanti, direttore del’istituto di microbiologia dell’Università di Padova, è un dipendente della sanità del Veneto. Il Corriere scrive: (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr