Primo Maggio, la polizia carica il corteo No Tav – (VIDEO)

Primo Maggio, la polizia carica il corteo No Tav – (VIDEO)
Nuova Società INTERNO

Il corteo, non autorizzato per via delle norme Covid è partito lo stesso.

Momenti di tensione e scontri in piazza Castello in occasione della manifestazione per il Primo Maggio organizzato dall’opposizione sociale, No Tav, antagonisti e anarchici.

Da piazza Vittorio è arrivato in piazza Castello dove si è ricongiunto con un altro presidio organizzato da Cub, Usb, disoccupati.

Ma non appena ha tentato di girare verso piazza Palazzo di Città sono partite le cariche. (Nuova Società)

La notizia riportata su altri giornali

Gli scontri in piazza a Torino durante la manifestazione dei No Tav e sindacati autonomi. Il corteo, composto da centri sociali, No Tav e anarchici del Fai, era partito da piazza Vittorio per ricongiungersi con gli altri manifestanti presenti da stamattina in piazza Castello. (La Gazzetta di Mantova)

Ansa. Delegazioni degli operai sono davanti agli stabilimenti di Elica "proprio nel giorno in cui si celebra il Lavoro, principio fondativo della Costituzione, a difesa di ciò che questa azienda ha sempre rappresentato per la collettività del Fabrianese e contro le scelte di un gruppo di manager che ne sta distruggendo i valori e la storia e che dobbiamo in tutti i modi provare a fermare", dice il coordinamento sindacale unitario (Sky Tg24 )

Il corteo ha raggiunto piazza Plebiscito pacificamente. (LaPresse) – Diverse centinaia di manifestanti si sono dati appuntamento a piazza del Gesù a Napoli per il corteo del primo maggio, festa dei lavoratori. (LaPresse)

Primo Maggio, corteo a Torino: scontri tra antagonisti e forze dell’ordine

La polizia ha fatto indietreggiare i manifestanti con una carica di alleggerimento. “Non serve transizione ecologica, ma una rivoluzione ecologica e sociale” hanno rivendicato i manifestanti. (Il Fatto Quotidiano)

In centro a Torino per il 1° Maggio stanno sfilando Cgil, Cisl e Uil, No Tav e anarchici, ma anche i sindacati autonomi. TORINO. Gli antagonisti volevano dirigersi verso il municipio perché nelle sue sale i segretari dei sindacati confederali stanno trasmettendo il dibattito che il poco pubblico ammesso sta guardando da piazza San Carlo (La Stampa)

Questa mattina, circa un migliaio di persone ha aderito al corteo organizzato da Cobas e dai centri sociali, che hanno esibito un grande striscione con la scritta: "Crisi sanitaria crisi sociale crisi ecologica per salvarci dobbiamo cambiare sistema". (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr