No Vax muore di Covid, ma prima scrive il suo necrologio: “Avrei dovuto credere al Virus”

No Vax muore di Covid, ma prima scrive il suo necrologio: “Avrei dovuto credere al Virus”
Il Fatto Vesuviano INTERNO

Si tratta di un 66enne del posto, Giuseppe Giuca, che prima di morire ha voluto che sul suo necrologio fosse scritto che si sarebbe salvato se avesse creduto alla drammatica forza del Covid-19.

Così, prima del suo decesso, ha chiesto alla famiglia che la sua storia rimanesse ben impressa e fosse da esempio per altre persone

Un messaggio di autocritica davvero feroce stampato sul manifesto funebre che i familiari hanno deciso di fare affiggere a tappeto nella frazione di Belvedere. (Il Fatto Vesuviano)

Su altre fonti

“Se avessi creduto alla pandemia, se avessi creduto al Covid, oggi racconterei un’altra storia ma non questa storia”. Alcuni giorni fa le condizioni di Giuca si sono aggravate e l’uomo e’ deceduto. (il Fatto Nisseno)

Se avessi creduto al Covid, oggi racconterei un’altra storia, ma non questa storia». Se non fosse per l’epilogo questa storia farebbe sorridere. (Corriere del Mezzogiorno)

Stando a quanto riporta il sito fanpage. I familiari hanno deciso di fare affiggere a tappeto il manifesto funebre nella frazione siciliana dove c’è scritto: «Se avessi creduto alla Pandemia, se avessi creduto al Covid, oggi racconterei una storia ma non questa storia» (Edizione Napoli)

Giuseppe muore a 66 anni, sul manifesto la frase choc: «Se avessi creduto al Covid racconterei un'altra storia»

Sembra che, prima di contrarre il covid19, non si sarebbe curato del virus e delle conseguenze di un eventuale contagio e per questo motivo ha voluto lasciare un messaggio chiaro alla sua morte - SIRACUSA, 23 NOV - "Se avessi creduto alla pandemia, se avessi creduto al Covid, oggi racconterei un'altra storia ma non questa storia". (La Nuova Sardegna)

È stato proprio il 66enne, siracusano, a volere che queste parole fossero scritte nel suo epitaffio per evidenziare che si sarebbe salvato se avesse creduto ai pericoli del virus. I familiari hanno deciso di fare affiggere a tappeto il manifesto funebre nella frazione di Belvedere, dove la vittima abitava con la sua famiglia ed era molto conosciuto. (Today)

«Se avessi creduto alla pandemia, se avessi creduto al Covid, oggi racconterei un'altra storia, ma non questa storia.», si legge sul manifesto funebre di Giuseppe Giuca, 66 anni, di Belvedere, frazione di Siracusa, morto a causa di alcune complicazioni legate al coronavirus. (Leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr