Cuba, ecco lo smartphone “socialista” auto-prodotto seguendo l’esempio dei vaccini

Cuba, ecco lo smartphone “socialista” auto-prodotto seguendo l’esempio dei vaccini
La Sentinella del Canavese ESTERI

NovaDroid è una versione alternativa di Android sviluppata dall’Università di Scienze Informatiche (USI), un sistema operativo «fatto dai cubani e per i cubani», capace di adattarsi alle esigenze dei cittadini dell’isola che non possono accedere a tutti i servizi tecnologici.L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi dal direttore generale di Gedeme, René Cano Diaz, che è intervenuto Radio Rebelde e la notizia è presto diventata virale. (La Sentinella del Canavese)

La notizia riportata su altri giornali

NovaDroid è una versione alternativa di Android sviluppata dall’Università di Scienze Informatiche (USI), un sistema operativo «fatto dai cubani e per i cubani», capace di adattarsi alle esigenze dei cittadini dell’isola che non possono accedere a tutti i servizi tecnologici. (La Stampa)

Adesso Cuba prova a ripartire di slancio, e lo fa gettandosi a capofitto in un settore, quello tecnologico, che non sembra appartenerle più di tanto, la novità in programma però è realmente intrigante. (Computer Magazine)

Sempre alle prese con le restrizioni dell’embargo statunitense, l’isola caraibica si è lanciata nella produzione di apparecchi per la telefonia mobile fatti esclusivamente con componenti realizzate in casa. (RSI.ch Informazione)

Cuba, ecco lo smartphone “socialista” auto-prodotto seguendo l'esempio dei vaccini

Le prime 6.000 unità inizialmente previste saranno distribuite entro giugno tramite i negozi di Etesca, l’azienda telefonica di Stato, e di Copextel. Poi, nel 2021, Cuba ha deciso di fabbricarsi da sola i propri telefoni. (quoted business)

I primi prototipi arriveranno entro fine giugno fa sapere il produttore: saranno solo 6mila esemplari in questa prima fase sperimentale e si avvarranno di NovaDroid come sistema operativo. L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi dal direttore generale di Gedeme, René Cano Diaz, che è intervenuto Radio Rebelde e la notizia è presto diventata virale. (Notizie - MSN Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr