Dimessa dall’ospedale, muore a 28 anni Aperta un’inchiesta

Quotidiano.net INTERNO

La donna, domenica scorsa, aveva la febbre alta e lunedì mattina si era presentata all’ospedale di Alzano dove, dopo gli esami, era stata dimessa con la diagnosi di infezione alle vie urinarie.

La Procura di Bergamo ha aperto ieri un fascicolo, al momento senza indagati, sulla morte di Dalila Bianchi (nella foto), una ragazza di 28 anni, di Alzano Lombardo (Bergamo), deceduta all’improvviso, nel giro di alcune ore. (Quotidiano.net)

Se ne è parlato anche su altri media

Ora la Procura della Repubblica ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per fare chiarezza sulla sua morte Lascerai un vuoto enorme in questo bar e nei nostri cuori”, si legge sulla pagina Facebook, ma questo è soltanto uno dei messaggi dedicati a Dalila. (Araberara)

Poi di notte ho ricevuto quella telefonata dai miei genitori…”, ha dichiarato una delle sorelle di Dalila, Valeria, all’Eco di Bergamo Una tragedia che ha scosso tutti e sulla quale la Procura, che ha aperto un fascicolo, dovrà fare luce. (Voce di Napoli)

Da quasi 7 anni lavoravano al bar Enjoy di via Europa, ad Alzano insieme all’altra sorella, Roberta, di 31 anni Così la descrive la sorella Valeria. (Il Giorno)

Tragedia ad Alzano Lombardo: Dalila Bianchi è morta a 28 anni nella notte tra lunedì 22 e martedì 23 novembre in circostanze ancora poco chiare. I medici, dopo averle diagnosticato un’infezione alle vie urinarie, l’avevano dimessa con la prescrizione di una cura a base di antibiotici. (Corriere Adriatico)

La ragazza, di Alzano, con un recente passato da pallavolista e un lavoro al bar Enjoy, lunedì mattina aveva febbre e dolori a un fianco. La ragazza, 28 anni, si era presentata al pronto soccorso con dolori a un fianco e febbre. (Corriere Bergamo - Corriere della Sera)

Invece Dalila Bianchi è deceduta improvvisamente, dopo le dimissioni, nella notte tra lunedì 22 e martedì 23 novembre. Altre persone che conoscevano e volevano bene a Dalila Bianchi hanno aggiunto nei loro messaggi, postati sui social network: “Raramente ho visto ragazze così giovani devote al lavoro come lei (Caffeina Magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr