Che cosa paghiamo in bolletta: i costi di luce e gas

Immobiliare.it News ECONOMIA

Il governo sta lavorando a una soluzione in merito ai forti rincari per luce e gas previsti in autunno.

Spesa che tra luce e gas vale circa il 16-17% del totale.

Aspettando l’intervento del governo, riprendiamo un’interessante sintesi del Sole24Ore, che tenta di fare luce sulle principali voci in bolletta per capire cosa paga un cliente tipo della maggior tutela, famiglia e microimpresa.

Un’altra voce importante è rappresentata dagli oneri di sistema: spese che finanziano attività d’interesse generale per il sistema elettrico nazionale. (Immobiliare.it News)

Su altri giornali

Già, ma come è costruita una bolletta e cosa paghiamo davvero? Cosa paghiamo in bolletta. Analizziamo la bolletta "al microscopio", dalla spesa effettiva per il servizio ricevuto agli oneri di sistema. (Today.it)

Per la cronaca, allora circa 700 milioni erano arrivati dalle aste CO2 e 500 milioni erano stati recuperati da risorse residue sul bilancio dello Stato Stavolta le stime parlano di incrementi in bolletta del 40% per la luce e di circa il 31% per il gas. (Il Sole 24 ORE)

Bollette per luce e gas, la stangata in arrivo in autunno. La natura di questo aumento monstre sui costi delle bollette energetiche deriva da una serie di fattori. Ad oggi, il Governo ha previsto uno stanziamento di 3 miliardi di euro che probabilmente aumenteranno in sede di manovra di bilancio per calmierare gli aumenti sulle bollette per luce e gas. (Tecnoandroid)

Il Governo sta pensando a come abbattere l’aumento delle bollette di gas e luce previsto dal 1° ottobre. La Francia vuole introdurre un voucher da 150 euro l’anno per abbattere i costi delle bollette (Nanopress)

Quindi i titoli favoriti dal boom dei prezzi dell’energia, non sono solamente quelli legati all’elettricità ma anche quelli legati al prezzo del petrolio. Il forte incremento del prezzo del gas naturale può fare lievitare i costi delle bollette anche del 40%. (Proiezioni di Borsa)

Con quei fondi si evitò, dimezzandolo, un rialzo del 20 per cento; adesso il rincaro atteso è del 40. Si partirebbe, dunque, con uno stanziamento corposo, una cifra non indifferente per le casse pubbliche: oltre il doppio rispetto agli 1,2 miliardi che hanno smorzato a luglio la fiammata dell’elettricità. (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr