Omicidio a Torre Annunziata, gestione affari illeciti dietro killer

Omicidio a Torre Annunziata, gestione affari illeciti dietro killer
anteprima24.it INTERNO

Non sembrano avere dubbi gli inquirenti, che lavorano in maniera incessante sull’omicidio dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine in particolare per reati legati alla droga.

Anche in quel caso, è il sospetto degli investigatori, il proposito dei killer sarebbe stato quello di uccidere la vittima predestinata, anche se la prontezza di riflessi di Guarro – che è riuscito a sottrarsi ai suoi possibili assassini scappando quando si è reso conto del pericolo – potrebbe avere fatto saltare i piani iniziali

Tempo di lettura: 2 minuti. (anteprima24.it)

Su altri media

Torre Annunziata è ostaggio dei clan in guerra tra loro per il predominio degli affari illeciti. Dobbiamo disarmare Torre Annunziata (ROMA on line)

Sul posto gli agenti di polizia che hanno ricostruito la dinamica dell'incidente. Dalla vettura capovolta sono stati tirati fuori due ragazzi. (Lo Strillone)

Sul posto è arrivata un'ambulanza del 118 che ha soccorso i feriti e una pattuglia della polizia a cui invece è riservato il compito di ricostruire la dinamica dell'incidente. Un incidente rocambolesco che poteva finire molto peggio. (NapoliToday)

Torre Annunziata, si spara ancora: ucciso pregiudicato fuori una chiesa

A cadere sotto i colpi dei sicari Francesco Immobile, 35 anni, già noto alle forze dell'ordine. Non è escluso che l'omicidio possa essere collegato al ferimento di un altro pregiudicato, raggiunto ieri da due colpi di pistola a gambe e glutei (La Provincia Pavese)

Il delitto potrebbe infatti essere essere legato alla sparatoria, avvenuta ieri sera in via Vittorio Emanuele sempre a Torre Annunziata. Ieri a Napoli un altro uomo è stato ucciso vicino in una zona contesa tra i Mazzarella e i Rinaldi (Il Fatto Quotidiano)

Torre Annunziata è ostaggio dei clan in guerra tra loro per il predominio degli affari illeciti. «Riponiamo - l'ultima riflessione del sindaco di Torre Annunziata - la massima fiducia nell'operato di forze dell'ordine e della magistratura affinché vengano al più presto assicurati alla giustizia i responsabili di tali deprecabili azioni». (Corriere del Mezzogiorno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr