“Il no parte in vantaggio Saranno gli indecisi ad assegnare la vittoria”

A dieci settimane dal voto, il no è considerato in vantaggio sul sì dalla maggioranza dei sondaggisti. Chi li vede praticamente appaiati, come Ipr Marketing (secondo l’ultima rilevazione, 52 per cento a 48); chi individua uno scarto più importante, come Emg Acqua (35,5 contro 29,6, con una bella fetta di indecisi, pari al 34,9 per cento, ha illustr... Fonte: La Stampa La Stampa
Facebook Twitter GooglePlus Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.
Loading....