Renzi e i suoi fratelli: sono 196 parlamentari con il doppio lavoro tra aziende e spa

Renzi e i suoi fratelli: sono 196 parlamentari con il doppio lavoro tra aziende e spa
L'Espresso INTERNO

A differenza di Be proud, Bithousweb non lavora soltanto per il Pride Village e i suoi amministratori sono ben retribuiti

Non fra gli elettori, ma fra i parlamentari col doppio lavoro, la doppia poltrona e, a volte, il doppio stipendio.

«La Be proud è una società di scopo che gestisce solo il Pride Village a Padova.

Be proud ha impiegato 23 persone e ha dichiarato ricavi per 1,049 milioni di euro nel 2019 e si tratta, soprattutto, dei biglietti d’ingresso. (L'Espresso)

Ne parlano anche altre testate

Report ha pubblicato sulla sua pagina Facebook la presentazione del servizio sull’incontro tra Matteo Renzi e lo 007 Marco Mancini. Il video di Report sull’incontro tra Renzi e un agente segreto in un autogrill a Fiano Romano. (LA NOTIZIA)

"Una presunta fattura da 45mila euro ad una società lussemburghese per confezionare un servizio contro Renzi?". Certo è che il servizio di questa sera di Report - come il giornale di Travaglio - sembrerebbe appoggiare la fantasiosa teoria del complotto contro Conte ipotizzata dal dem Bettini (ilGiornale.it)

Ci chiediamo con preoccupazione se la Rai compri informazioni con i soldi degli italiani per le sue trasmissioni di inchiesta“, spiega Nobili. 03 maggio 2021 a. a. a. "Una presunta fattura da 45 mila euro ad una società lussemburghese per confezionare un servizio contro Renzi?". (Liberoquotidiano.it)

Rai: Iv, 'Report fattura 45mila euro a società Lussemburgo per servizi contro Renzi?'

Ne è testimonianza un suo articolo recentemente apparso su Arab News, una testata in lingua inglese vicina alla corona saudita. Il suddetto presuntuoso urbanista nostrano concluderà tuonando che, quello di AlUla, è solo l’ennesimo progetto elefantiaco tipico di molti paesi dell’area (e non solo) (L'HuffPost)

Roma, 3 maggio 2021 - Nella piazzola dell' autogrill di Fiano romano sull'Autosole il leader di Italia Viva, il senatore Matteo Renzi incontra un agente dei servizi segreti, Marco Mancini. (LA NAZIONE)

“Vogliamo vederci chiaro e capire se soldi pubblici sono stati utilizzati per pagare informatori allo scopo di costruire servizi confezionati per danneggiare l'immagine di Renzi. Lo chiede in un'interrogazione al ministero dell'Economia e delle Finanze, Daniele Franco, Luciano Nobili di Iv. (LiberoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr