Sequestrati oltre 5,5 tonnellate di gas in bombole — gdf.gov.it

Sequestrati oltre 5,5 tonnellate di gas in bombole — gdf.gov.it
GdF INTERNO

La realizzazione ad hoc di tali miscele e la registrazione dei relativi “eco-brevetti” permette di focalizzare l’attenzione al rispetto degli standard qualitativi di emissione stabiliti, nel 1987, con la sottoscrizione del Protocollo di Montreal, teso alla protezione dello strato di ozono stratosferico terrestre attraverso la limitazione d’utilizzo di talune sostanze chimiche ritenute, invece, lesive. (GdF)

Ne parlano anche altri giornali

NOTA. L’attività di servizio si inquadra nell’ambito della costante azione di controllo assicurata dalla Guardia di Finanza e dall’Agenzia delle Dogane a contrasto dei traffici illeciti che, attraverso gli spazi doganali, interessano il territorio nazionale. (Vivicentro)

Decine e decine di bombole di gas fluorurato sono state intercettate nel porto di Palermo dalla Guardia di Finanza e dalla Agenzia delle Dogane. Per questa ragione il rappresentante legale dell’importatrice marsalese deve rispondere ai giudici dei reati di contraffazione e ricettazione (Telesud)

Oltre 5,5 tonnellate di gas in bombole, stipate all'interno di due container provenienti dalla Cina e destinate a una società di Marsala sono state sequestrate dai funzionari dell'Agenzia delle dogane e dei Monopoli nel porto di Palermo, assieme ai militari della guardia di finanza, quotidianamente impegnati nei controlli dei flussi merce in import ed export dal porto del capoluogo siciliano. (La Repubblica)

Controlli sui container al porto, sequestrate quasi 6 tonnellate di gas refrigerante

NOTE: Queste impostazioni si applicano solo al browser e al dispositivo attualmente in uso A sinistra vengono specificati quali cookie e script sono utilizzati e come influiscono sulla tua visita. (Tele Occidente)

- PALERMO, 12 GEN - Oltre 5,5 tonnellate di gas in bombole, stipate all'interno di 2 container provenienti dalla Cina e destinate ad una società di Marsala sono state sequestrate dai funzionari dell'Agenzia delle dogane e dei Monopoli nel porto di Palermo, insieme ai militari della Guardia di Finanza, quotidianamente impegnati nei controlli dei flussi merce in import ed export dal porto del capoluogo siciliano. (Ansa)

Le bombole, arrivate dalla Cina, erano dirette a un imprenditore marsalese per il quale è scattata una denuncia per contraffazione e ricettazione. Da accertamenti sull’ecobrevetto è emersa la violazione del diritto di proprietà intellettuale per la realiz (PalermoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr