Ecobonus moto 2022: al via oggi la registrazione in piattaforma per le concessionarie

Ecobonus moto 2022: al via oggi la registrazione in piattaforma per le concessionarie
greenMe.it ECONOMIA

Il Bonus Moto era stato previsto dalla Legge di Bilancio del 2021 con uno stanziamento totale di 150 milioni di euro – ripartiti in 20 milioni annui per 2021, 2022 e 2023 e 30 milioni per i successivi tre anni.

Attualmente non si prevedono invece contributi e sostegni a chi acquisterà un’automobile, anche elettrica o ibrida, durante il 2022.

Ecco chi potrà richiederlo. Al via da oggi, sulla piattaforma Ecobonus messa a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico, le prenotazioni per la ricezione di incentivi economici destinati all’acquisto di motocicli e ciclomotori. (greenMe.it)

Su altri media

In attesa del ritorno dell’ibrido (pare che, dopo il tentativo di Piaggio di qualche anno fa con il suo tre ruote, Kawasaki abbia intenzione di riproporre il tema su una moto vera), ecco 10 modelli che si distinguono nel sempre più popolato mondo dell’elettrico (Corriere della Sera)

Tra i bonus che i cittadini potranno ritrovare anche nel 2022 c’è l’ecobonus per i veicoli a due ruote. Quanto vale l’ecobonus e come fare per richiederlo. L’ecobonus potrà essere richiesto da tutti coloro che acquisteranno uno dei veicoli ammessi nell’agevolazione a partire da quest’anno e fino al 2026 (Thesocialpost.it)

Tutte le altre informazioni riguardanti veicoli, risorse, agevolazioni e modalità di accesso sono consultabili nella sezione FAQ del sito ufficiale L'importo sarà calcolato in base al prezzo ovvero 30% senza rottamazione e 40% con rottamazione. (Punto Informatico)

Ecobonus moto e scooter 2022: cosa sapere per acquirenti e venditori

Gli incentivi moto e scooter elettrici, rileva l'Aduc, riguardano chi acquista in Italia, anche in locazione finanziaria, uno scooter o una moto elettrica (categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e). (La Repubblica)

Per l’incentivo era stato introdotto dalla legge di bilancio 2021 uno stanziamento complessivo di 150 milioni di euro, pari a 20 milioni per ciascun anno dal 2021 al 2023 e 30 milioni per ciascuno degli anni dal 2024 al 2026. (Dueruote)

Il contributo: a chi è rivolto. Coloro che acquistano un veicolo elettrico ibrido nuovo di fabbrica delle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e hanno diritto al contributo. Le imprese costruttrici o importatrici del veicolo rimborseranno al venditore l’importo del contributo e poi recupereranno l’importo sotto forma di credito d’imposta (Immobiliare.it News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr