Venti Paesi Ue si ribellano al viaggio di Orbán da Putin: «Condotta sleale, nessun mandato da parte nostra»

Articolo Precedente

next
Articolo Successivo

next
Open ESTERI

È passata poco più di una settimana da quando l’Ungheria ha preso il timone del Consiglio dell’Unione europea e a Bruxelles già cominciano a volare gli stracci. Il 1° luglio, il Paese guidato da Viktor Orbán ha inaugurato il suo semestre alla guida del Consiglio Ue. Un’opportunità che il primo ministro ungherese ha voluto sfruttare per fare due viaggi non concordati con gli altri leader europei: uno a Mosca per incontrare il presidente russo Vladimir Putin, l’altro a Pechino per incontrare il leader cinese Xi Jinping (Open)

Se ne è parlato anche su altri media

Leggi tutta la notizia (Virgilio)

Ucraina - Russia, Orban e la lettera all'Ue: "Guerra danneggia cittadini europei"